.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

televisione
2 febbraio 2011
Ex-Ministro della giustizia Claudio Martelli, tangentopoli, Parmalat e la relatività della corruzione

Ieri ho visto a Rai3, ore 11.04, Mateo Murgo, avvocato pagato dei contribuenti un processo in corso da 7 anni per un furto di 90 centesimi, restituiti dopo, … Aggiustiamo la giustizia, … Patria del diritto, … Principio del giusto processo … La legge assicura la ragionevolezza durata …

Ex-Ministro della giustizia Claudio Martelli a Rai3, ore 11-12: già in altri tempi la giustizia italiana era considerata una “vergogna perante Dio e uomini”. Dopo il caso Tortora, l’84% di un referendum popolare voleva che magistrati pagassero per danni dei suoi errori. Ma il Parlamento ha fatto pagare a contribuenti. La corruzione nel tempo di Craxi è molto relativa: tutti facevano, tutti sapevano ed era una forma di finanziare la politica. Il caso Parmalat è 20, 30 o 40 volte peggiore di tangentopoli.

Quelli 84% del referendum sono per me la vergogna della stupidità del populismo: se un magistrato per sbagliare una sentenza fosse condannata a pagare 8 milioni di euro solo stupidi o buonisti con criminali diventavano magistrati. Per me è evidente che in professione come il giudice, il medico o il politico nessuno può essere condannato a pagare economicamente per risultati della sua giustizia, della sua medicina o della sua politica. Se il giudice pagasse 8 milioni di euro per sbagliare una condanna, il medico 80 milioni per sbagliare una cura o il politico 800 milioni per un progetto andato male solo stupidi, pochi intelligenti o furbi poco onesti diventavano giudici, medici e politici. Ma se è sbagliato fare pagare economicamente per danni involontari, molto più sbagliato, è la mancanza di premi per migliori, punizione per peggiori. Il premio può essere monetario, di carriera, di libertà, di prestigio. La punizione può essere di pagamento di una multa e risarcimento se la colpa è in mala fede, per corruzione, parte dei danni se l’incompetenza è involontaria, riduzione di carriera o espulsione se la colpa è grave e ripetuta.

Il politico risponde solo perante elettori, salvo che se prove corruzione. Se politici non hanno privilegi, diventano politici solo piccoli incompetenti populisti. Se avvocati dei mafiosi guadagnano 10 o 20 volte un politico, con meno responsabilità e meno pericoli, tutti più intelligenti diventano avvocati dei mafi0si, la politica è fatta dei Diliberto con la priorità d’importare una terrorista, dei Bonino-Pannella con la priorità d’esportare all’ONU la civiltà-MAFI0SA-criminale all’italiana, dei Caruso e MMG8 con la priorità di santificare vandali, marginali delinquenti.

Il peggiore della corruzione del tempo di Craxi era la politica dei più corrotti a fare più carriera con danni del debito pubblico e tasse dei contribuenti.

Tangentopoli è stato certamente un bene ma poteva essere molto meglio se fosse anche mafiopoli. Immagino che Napoli, Bari e Palermo erano molti peggiori dei condannati di Milano. A Napoli, Bari o Palermo non plaudevano magistrati che condannavano mafi0si. Immagino che provassero a fare lo stesso con peggiori mafi0si che hanno fato con impresari, (che facevano come quasi tutti), saltavano per aria come Falcone, Borsellino, 26 magistrati in 23 anni.

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte