creatività, intelligenza, stupidità, populismo, giornalismo, informazione, etica, politica, ecologia, capitalismo, comunismo, anarchia, civiltà, arte, cultura, psicologia, sociologia, filosofia, televisione, TV, giustizia, volontariato, futuro, globale, Onu, religione, neo-machiavelli | neo-machiavelli, creatività, intelligenza, informazione, TV, politica, etica, giustizia, | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

politica interna
30 agosto 2009
Eredità morale e politica di Berlusconi e Antonio Di Pietro

Berlusconi rimenerà per la storia d’Italia come l’impresario più intelligente, creativo, efficiente e pragmatico che in 3 mesi ha creato un partito politico e vinto elezione. Per me uno dei simboli della sua efficienza è stato di chiamare a collaborare i migliori del momento. Credo che Italia abbia sempre avuto una giustizia delle peggiori del mondo e quando un più intelligente ed efficiente entra in un mondo di burocrazie e inefficienza diventa facilmente un eroe. Antonio Di Pietro è stato il magistrato più famoso della giustizia e Berlusconi l’ha chiamato per suo ministro. Immagino che se Antonio Di Pietro diventava ministro della giustizia del primo governo di Berlusconi e aveva la stessa priorità di Berlusconi di sconfiggere la maf… Immagino che se Antonio Di Pietro aveva accettato e faceva contro la maf… e criminalità quello che ha fato contro Berlusconi e suoi amici tutti due rimanevano per la storia per avere sconfitto la grande vergogna che condiziona il peggiore dell’informazione, giustizia, cultura, politica e volontariato. Che ha fato Antonio Di Pietro contro la maf… a parte chiamare Berlusconi e suoi amici di mafi0si? Perché la sinistra non ha fato Antonio Di Pietro ministro della giustizia?
Solo a Milano, proprio per essere capitale morale e non tollerare tanto la corruzione Antonio Di Pietro poteva lavorare ed essere applaudito delle piazze. Non è andato a Napoli dove 400 donne metano in fuga che va prendere mafi0si. Non è entrato nei quartieri proibiti di Bari. Non ha fato contro mafi0si del Sud quello che ha fato contro impresari corrotti del Nord. Se lo facesse saltava per aria come Falcone e Borsellino.
Berlusconi ha dato i primi passi per la vera rivoluzione marxista della maf… carcere duro per quelli che anche della galera sempre hanno continuato a gestire i suoi affari e sequestro dei beni. Se Antonio Di Pietro avesse più morale e intelligenza politica collaborava per eliminare la grande vergogna della vecchia Italia. Ma per Antonio Di Pietro e certe piazze di sinistra è più importante eliminare un politico intelligente ed efficiente che eliminare la grande vergogna di sempre. Quante volte Antonio Di Pietro ha parlato di maf… senza parlare di Berlusconi?
Se Berlusconi sconfigge la maf … rimenerà per la storia,… Si non lo fa rimeneranno per la storia chi le ha impedito o non ha collaborato come poteva …
La morale di un politico non si misura con registratori di prostitute o intercettazione per sapere con chi va al letto. Quando ho sentito Berlusconi parlare de limitazione d’intercettazione ho pensato e scritto diverse volte che mi sembrava la peggiore stupidità della sua carriera politica. Poi ho pensato che era un cattivo rimedio per altra stupidità piccoli magistrati veline a condizionare la politica con intercettazione di storie di letto.
Se Berlusconi sconfigge la maf… le storie di letto rimeranno per la storia come vergogna di Antonio Di Pietro, certa informazione e certa giustizia che ha cercato di usarle per distruggere un grande politico.
Se Berlusconi sconfigge la maf… sequestra 150 miliardi di fatturato per pagare a più e migliori magistrati, migliore giustizia, politica, cultura e volontariato rimenerà per la storia come il migliore politico della migliore rivoluzione anarchicaNEOmarxista.
Antonio Di Pietro rimerà per la storia come migliore magistrato contro la corruzione politica, quello che ha sconfitto la politica corrotta solo al Nord, mandato Craxi in esilio e non toccato nella politica mafi0sa del Sud. La priorità della sua politica è stato di distruggere Berlusconi, la politica più populista di certe piazza con il migliore di Indymedia, della vecchia anarchia, del vecchio marxismo.
Miliardi della
maf… e criminalità per Neo-giustizia, Neo-economia, Neo-democrazia, Neo-galere, Neo-volontariato, Neo-politica e Neo-civiltà.
Politico ideale: un testicolo di Antonio di Pietro e il cervello di Silvio Berlusconi
Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, informazione e “Corruzione ad Alta Velocità"
VIP, "Very important people", giustizia e informazione di Marco Travaglio e Antonio di Pietro.
Etica, moralità, competenza, senso civico, Antonio Di Pietro e l'Italia dei Valori nel suo migliore? O ipocrisia?
Antonio Di Pietro da eroe a populista? O sono io corrotto dell’informazione di Berlusconi? Intercettazioni, Berlusconi, Alfano, Antonio Di Pietro nel suo migliore o peggiore?
Antonio Di Pietro, intercettazioni lecite, illegale, criminale, stupide e ingiuste
Tangentopoli, Manipulite, Antonio Di Pietro, Berlusconi … E se …
Berlusconi nel blog de Antonio Di Pietro visti da un “avvocato del diavolo”
Tav-no-tav, Iene, Grillo, Fo, Pietro, 9, 10, 33, 44, …55?
Antonio Di Pietro, Craxi, informazione e conflitto d’interesse de Berlusconi
Napoli, Fini, Antonio Di Pietro, comunisti, politica e giustizia o stupidità?
Intelligenza, etica e civiltà di destra e sinistra

politica interna
24 agosto 2009
CAOB4G=Cortese Attenzione On. Berlusconi e suo quarto governo: la lezione di Antonio Di Pietro e come fare migliore, (vvv, v1v, v2v, vg5%, vga, lis, ngf)

Sequestrare soldi dei peggiori per premiare migliore è la migliore rivoluzione Neo-marxista, la migliore pedagogia per una migliore politica, economia, giustizia e cultura.
Antonio Di Pietro è diventato il magistrato più famoso della storia d’Italia sequestrando soldi della corruzione di certi politici e certi impresari. Non ho conoscenza di avere toccato altra vergogna molto peggiore, quella che fattura 150 miliardi e causa danni sociali molto peggiori. Quello che Antonio Di Pietro ha fato contro pochi politici doveva essere fato contro grandi criminali mafi0si. La vera rivoluzione sarebbe una giustizia che sequestrasse 150 miliardi del fatturato della criminalità per finanziare più e migliore magistrati, migliore giustizia, politica, economia e cultura.
"Antonio Di Pietro: Parlai personalmente con Falcone … È stato Falcone a stabilire il contatto tra me e i magistrati di Lugano, in particolare Carla Del Ponte, quel magistrato svizzero che già lo aveva aiutato nelle indagini sulla mafia e che pure era stato oggetto di un tentativo di attentato insieme allo stesso Falcone, quando la mafia mise l’esplosivo all’Addaura, nella villa al mare affittata dal magistrato. Un grande aiuto ci è arrivato anche da altri magistrati stranieri, soprattutto francesi, lussemburghesi, monegaschi e svizzeri come Paul Perraudin e Jean-Louis Crochet, il giudice che da Ginevra ci mandò le carte sui conti di Craxi. … Una considerazione negativa a parte meritano i magistrati delle Bahamas, autentici furbacchioni … Grazie alla collaborazione giudiziaria internazionale, l’inchiesta potè fare molti passi in avanti. Sono state in tutto 256 le rogatorie internazionali attivate, … fiumi di denaro provenienti da corruzioni e illeciti finanziamenti. Alla fine dell’inchiesta, solo noi del pool sequestrammo oltre duemila miliardi di lire. Altro che inchiesta che non ha prodotto risultati. Anche sul piano prettamente finanziario è stato un affare per lo Stato: per la prima volta un’inchiesta giudiziaria ha fatto incassare più soldi di quanti ne ha spesi!... Conto protezione – una storia di tangenti che coinvolgeva il venerabile della P2 Licio Gelli, il banchiere Roberto Calvi e il Partito socialista di Bettino Craxi – aveva già tentato di indagare il giudice Pierluigi Dell’Osso, che però non riuscì a scoprire a chi appartenesse quel benedetto conto. Poi, nel Conto protezione mi sono di nuovo imbattuto io, indagando su Silvano Larini: ho scoperto che, guarda caso, portava proprio a Craxi… c’erano anche i conti esteri. E il giudice di Ginevra, Jean- Louis Crochet, in questo è stato essenziale. C’era infatti il conto Northern Holding, riferimento «grain» (grano!). E poi Crochet mi manda via fax, la mattina del 4 ottobre 1993, i documenti sul conto All Iberian, su cui erano arrivati a Craxi ben ventuno miliardi di lire. In quei giorni era in corso il processo Cusani, trasmesso in diretta TV e visto da milioni di persone. … Postato da Antonio Di Pietro in il guastafeste |”
Immagino che se Antonio Di Pietro toccasse nelle tasche della grande vergogna come ha fatto con Craxi e Cusani saltava per aria come Falcone. Adesso Berlusconi ha più potere per fare una rivoluzione Neo-marxista. Ma prima deve fare una rivoluzione della seconda vergogna, vecchia giustizia all’italiana dei piccoli magistrati di sinistra più interessati a eliminare questo governo che a eliminare la grande vergogna.

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte