creatività, intelligenza, stupidità, populismo, giornalismo, informazione, etica, politica, ecologia, capitalismo, comunismo, anarchia, civiltà, arte, cultura, psicologia, sociologia, filosofia, televisione, TV, giustizia, volontariato, futuro, globale, Onu, religione, neo-machiavelli | neo-machiavelli, creatività, intelligenza, informazione, TV, politica, etica, giustizia, | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

televisione
9 dicembre 2005
TAV-NO-TAV: Ciampi, Casini, Berlusconi, Prodi e Beppe Grillo

Immagino che su certe questioni molte persone prende un’opinione pro o contro con base nelle credenze de chi sa più o de chi le è più simpatica. Un pericolo delle democrazie sta nel credere più nei personaggi solo perché sono più simpatici. La piazza non sempre simpatiza con il potere. Ma il potere politico democratico ha più probabilità di essere intelligente in politica dei comici. Beppe Grillo è, secondo me, dei comici più intelligente certe volte e  più populiosta di altre.
La cosa più intelligente che ho sentito a favore dei NO-TAV l’ho sentito proprio da lui: non se deve favorire il trasporto di merce con soldi dei contribuenti.   Non se deve proprio favorire il tropo trasporto delle merci. Se soldi pubblici sono usati per favorire il trasporto abbiamo maiali dal Portogallo trasportati fino a Parma che dopo ritornano in Portogallo con il marchio dei prosciutti di Parma. Con questa politica il consumatore dal Portogallo deve pagare il trasporto dal Portogallo a Parma, da Parma in Portogallo. E io aggiungo: deve pagare la pubblicità nel Portogallo per dire che il prosciutto di Parma è meglio. E io sono sicuro che molta gente preferisce il prosciutto che faceva mia madre con il maiale che faceva crescere senza rubare niente all’alimentazione umana: con il resto degli alimenti impropri per mangiare, con l’acqua del lavaggio dei piati prime d’essere seconda volta lavati con detergente, con le patata piccoli e la crosta della frutta e dei cereali…

            Ricordo che nel mio paese al Portogallo tutti famiglie avevano un maiale che mattavano in Dicembre e dava carne conservata per metodi naturale per tutto l’anno, (non arrivava elettricità e nessuno conosceva il frigorifero). Ricordo questo trattamento ecologico della natura e la politica che lo ha distrutto: nel nome del progresso lo Stato ha promosso una politica anti-ecologica, anti-sociale, ingiusta dal punto di vista d’etica globale: con soldi dei contribuenti se è passato alla creazione industriale dei maiali, non più con il resto improprio per l’alimentazione umana, ma con cereali importati degli USA, o dalla Russia o no so dove. So che alla volta de un maiale nato senza rubare alimento umano se è passato alle creazioni industriali dei maiali con l’alimento che poteve servire per alimentare 6 a 10 persone in più: secondo l’informazione che ho, per un animale produrre una caloria deve consumare da 6 a 10. Mentre il maiale dei miei genitori non costava niente del mangiare umano, il maiale industriale passa a costare i cereali che potevano alimentare 6 a 10 persone in più, o sia, potevano morire molto meno dei 6 milioni di bambini che attualmente muoiano di fame l’anno. A questo aggiungo casi conosciuti da persone che hanno incassato molti soldi dello Stato per creare quella produzione industriale, hanno orientato segretamente quelli soldi per altre attività e dopo hanno fallito. I contribuenti e consumatori pagano questi danni.

            Ricordo che il latte passava del produttore al consumatore più prossimo senza nessuno costo de polluzione: trasporto manuale o animale con recipienti riutilizzati. Con 90% de soldi pubblici dei contribuenti italiani nasce Parmalat che va anche al Portogallo e non so se va prendere il latte per mieterlo nei moderni e discutibili pachi e rispedirlo al destino…

            Dopo avere sentito politici intelligenti come Ciampi, Casini, Berlusconi, … affermare che le opere sono utile e sentire la demagogia di Prodi a difendere i manifestanti e a difendere l’opera, ho immaginato che un popolare-populista comico come Beppe Grillo solo poteve essere contro. I comici hanno avuto una funzione molto importate nel potere assoluto dei re e nelle culture ribelli e contro-corrente delle dittature e sono uno stimolo creativo delle democrazie. Soprattutto i comici più intelligenti che populisti non se limitano ad essere contro il potere ma a presentare idee creative alternative. Ma i comici populisti sono spesso contro il potere politico e nelle migliori democrazie i politici sono o dovevano essere i più intelligenti, etici e sociali. Mentre il comico diventa più facilmente popolare se è populista, per altre parole, se dice quello che le persone delle piazze vogliano sentire contro elite del potere politico, economico o culturale vigente, il migliore politico non sempre è il più populista. Io credo più all’intelligenza delle elite che governano nelle migliori democrazie che alla violenza delle piazze che vogliano fare politica. I comici hanno una funzione importante nel contribuire per migliori democrazie e nella scarica d’aggressività contro elite con il riso alla volta della distruzione di macchine, od opere pubbliche e private degli innocenti. Beppe Grillo, come tutti comici, per essere popolare solo può parlare delle ragioni favorevoli alle piazze contro il potere. Ma credo che in questo caso sono altre ragione più importante e meno popolare dei politici devono avere in conto. Un’opera da alta velocità fra Kiev e Lisbona studiata per anni dagli esperti no credo che deva essere fermata da qualche interesse locale che vedano solo il proprio interesse e non sanno più de quello che le interessa e viene detto da qualche comico populista con voglia di diventare popolare. Ma al contrario di altri comici più populisti che intelligenti, Beppe Grillo è diventato popolare per l’anticipazione di scoperte e idee più intelligenti che populisti.  Per questo me ha fato riflettere quello che lui dice delle opere decise per interessi delle multinazionali più che per interessi sociale reale.         Immagino che su certe questioni io come 99% degli italiani prende un’opinione pro o contro con base nelle credenze de chi sa più. Un pericolo delle democrazie sta nel credere più nei personaggi solo perché sono simpatici o nelle piazze per identificazione che nel merito de chi governa che essendo potere diventa antipatico soprattutto per gli sconfitti. Io credo al valore dei comici per creare migliori democrazie e attitudine mentale critica ed innovativa ma credo i politici per decisione che solo possano essere fate con conoscenza delle perizie degli esperti che la maggioranza del cittadino comune non conosce.

NO-TAV, ETICA GLOBALE, EGOISMO LOCALE, SCIENZA ED INTELIGENZA DELLE ELITE, CUORE DELLE PIAZZE, POLITICA, DEMAGOGIA E HIPOCRISIA

Tav-zap-web: etica, intelligenza, giustizia, elite, piazze … e votare Berlusconi o Prodi?

Tav: etica, intelligenza e giustizia delle elite e delle piazze … e votare Berlusconi o Prodi?

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte