creatività, intelligenza, stupidità, populismo, giornalismo, informazione, etica, politica, ecologia, capitalismo, comunismo, anarchia, civiltà, arte, cultura, psicologia, sociologia, filosofia, televisione, TV, giustizia, volontariato, futuro, globale, Onu, religione, neo-machiavelli | neo-machiavelli, creatività, intelligenza, informazione, TV, politica, etica, giustizia, | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

televisione
4 febbraio 2011
Raffaele Cantone e la mafia buona

Applausi per Raffaele Cantone a dire “... la camorra è un alibi” (Rai3, 2011-02-03, 23.49). Un imprenditore ha detto che la mafia era necessaria e positiva per molti problemi: pagando un tasse per la mafia ha grande sicurezza, nessuno te incendia il negozio, le burocrazie si risolavano…
Ho ricordato quando molti mi dicevano che in Italia era migliore andare della mafia per avere giustizia…
Erano altri tempi molto lontani, tutto prescritto ….

Famiglia Cristiana, Francesco Anfossi, Raffaele Cantone, Rosaria ...

VGR=vecchia giustizia della RBA, (RBA=Repubblica delle Banane e ...

GIB=grande intelligenza di Berlusconi e pedagogia o populismo di ...

G8, vergogna della vecchia giustizia? Si, ma … (vg5%, v2v, g3m ...

Berlusconi, Fini, Bossi, Ruby, Rai3, Fazio, Benigni, Saviano, maf ...

Mostra tutti i risultati da ilcannocchiale.it »

CULTURA
8 maggio 2008
Nicola, la vittima, come Raciti, Raffaele, il carnefice, "fuori", "dentro", 68, g8, mg8, mmg8, giustizia e pedagogia

Nicola, la vittima di una stupida violenza di strada, mi fa ricordare altra vittima, Raciti e altre violenze: 68, G8, mg8,Molti trasformano in eroi i più stupidi violenti si sono di "dentro", del proprio gruppo e carnefici si sono di "fuori", di altro gruppo. Sembra che la vera ragione dell’aggressione sia stato il codino nel capello, una differenza dell’apparenza visuale. Peggio ancora per la banalità.

La violenza per ideali politici deve dare posto all'intelligenza e potere dei migliori, a quello che io considero Neo-anarchia, il contrario della vecchia politica della vecchia anarchia

che porta in Senato una signora famosa per essere la madre di uno stupido violento marginale delinquente molto caro alla, vecchia anarchia, quella che ha una cultura e informazione che continua ad aver in prima pagina la campagna per la sua "giustizia" quella di fare pagare a tutti più onesti contribuenti i danni dei più stupidi violenti che vogliano un mondo migliore distruggendo il migliore di questo ... Indymedia, vecchia Indymedia, G8, mg8, mmg8.
Zapweb:
“Nicola dieci anni prima di Raffaele, dieci anni prima di essere ucciso da Raffaele - hanno studiato nello stesso liceo, lo "Scipione Maffei", … orgoglioso … delle virtù custodite, generazione dopo generazione, in una carta dei valori che onora "lo spirito critico; la laboriosità; la legalità; l'assunzione di responsabilità; la coscienza dei diritti e dei doveri"…"nella tolleranza, nel rispetto, in una solidarietà generosamente disponibile, in un reale e radicale rispetto di se stessi e degli altri". Sono pratiche quotidiane e non predicazione (gli studenti, per dire, si tassano ogni anno di 250 euro e quest'anno hanno deciso spontaneamente di aumentare l'obolo di solidarietà). E allora bisogna chiedersi dove nasce la muffa aggressiva che ha rovinato i giorni di Raffaele e spezzato la vita di Nicola? … Quando Raffaele si rifiutò di entrare in sinagoga durante un viaggio di studio; quando affrontò il presidente dell'associazione vittime della strage di Bologna rivendicando l'innocenza di Luigi Ciavardini, segnalammo quell'atteggiamento alla famiglia. Al contrario, la questura non ci informò che Raffaele era indagato da un anno. Avremmo potuto fare di più e continueremo a farlo nel dialogo e nel confronto con i ragazzi. … Il deficit del circuito istituzionale e mediatico (perché la Digos non allertò la scuola? perché i giornali cittadini non diedero conto, come d'abitudine, dei nomi degli indagati?) descrive un'occasione perduta di "recupero", di disvelamento, ma non spiega le ragioni della "caduta" di Raffaele in un "rito della crudeltà", per nulla occasionale o impulsivo, che nel tempo si è esercitato nel cuore di Verona contro "i negri"; i capelluti "comunisti" dei centri sociali; tre paracadutisti delle Folgore nati al Sud; un povero cristo con la maglia del Lecce; un tipo che mangiava un kebab; un ragazzino maldestro nell'usare lo skateboard. Pedina, "soldatino" - Raffaele - di una cerchia che, visitata dai poliziotti, disponeva di manganelli, pugnali, coltelli, un'accetta e di libri che negavano l'Olocausto, di bandiere con la croce uncinata, di foto di Hitler e Mussolini. … Verona - città straordinariamente generosa nella solidarietà e nel volontariato - assiste al suo incrudelimento distratta, indifferente, senza rimorso o colpa. Guarda da un'altra parte per non vedere, per non vedersi, per non interrogarsi. Come il vescovo, monsignor Giuseppe Zenti. Scrive ai giovani della città. Immagina di inviare sms per conto di Nicola. Scrive: "Abbiate fiducia nelle grandi vette. Valorizzate i giorni della giovinezza. Fatevi onore. Fateci vedere quanto valete. Realizzate una vita di grande qualità, degna dell'essere giovani". Come se esistessero soltanto le scelte personali e non anche le responsabilità collettive, i modelli culturali, i quadri pubblici, l'assenza della benché minima opera di manutenzione sociale (senso civico, legalità). Come se Nicola e Raffaele non fossero caduti su quella "trincea profonda e invalicabile scavata in città tra il "fuori" e il "dentro" di un territorio e di una comunità".”
Raffaele e le anime nere di Verona educazione di un neonazista.
TERNI Raffaele Sollecito «è molto, molto provato, come può ... essere un 23enne detenuto per un omicidio del quale si sente la seconda vittima»Il Tempo –
Giulia Bongiorno: "Raffaele innocente" E spunta il verbale di Rudy Il Giorno
Verona, tutto il branco in cella
Il Tempo - Sono finiti in carcere Raffaele Dalle Donne, studente di San Giovanni Lupatoto, Federico Perini, studente di Boscochiesanuova, Nicolò Veneri, ...
VERONA: HANNO CONFESSATO I PRIMI TRE AGGRESSORI ASCA - Agenzia Stampa Quotidiana Nazionale
Pestaggio Verona, Nicola Tommasoli è morto. Confessano altri due Adnkronos/IGN
VERONA: AUTOPSIA SU VITTIMA PESTAGGIO, DOMANI INTERROGATORI AGI - Agenzia Giornalistica Italia
TGCOM - Il Tempo
e altri 54 articoli simili »

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte