.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

30 giugno 2006
Giornalismo e Media nel Indymedia: falsità, verità, opinioni e credenze

Leggendo un articolo scritto originalmente da Mike Whitney ed intitolato "It's Time To Break Up The Media." www.masternewmedia.org/it/mainstream_media/perche_i_media_controllano_le_noti... tradotto per Indymedia con il titolo: “Giornalismo E Media: Come I Media Tradizionali Decidono Le Ultime Notizie”, ho avuto l’impressione che in Italia se passa esattamente il contrario de molte cose che afferma:

I media sono un elemento completamente integrato nella struttura di potere di uno stato…”

Era impressione mia o tutto quello che era contro Berlusconi nel suo Governo diventava prima pagina in molti giornali e soprattutto Tg Rai? Anche nelle sue TV qualcuno politico è stato più posto in ridicolo dei comici?

L’obiettivo primario dei media è quello di dare forma alla pubblica opinione in un modo che supporti l’agenda del potere… Ma la TV indipendente ed Internet rappresentano la più grande minaccia a questo processo. Entrambi forniscono fonti divergenti di informazione che superano il processo di filtro tradizionale operato dai media business-friendly. Questo spiega il perchè l’amministrazione Bush abbia inserito degli estratti altamente politicizzati all’interno del termine PBS (public broadcasting service – un network di televisioni indipendenti) di Wikipedia. Il loro lavoro è stato sabotare programmi come NOW di Bill Moyer e la serie di documentari settimanali Frontline.”

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario?

Il giornalismo investigativo è un pericolo per gli interessi privati, poiché crea attenzione nei confronti delle attività poco chiare delle grandi aziende … L’obiettivo ultimo di ogni sistema di informazione integrato al potere è quello di avere un controllo completo del ciclo delle notizie in modo che gli eventi siano disposti per servire gli interessi delle aziende e delle corporazioni. Il pubblico non deve comprendere la stretta relazione tra stato ed industria.”

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? La “Strage nascosta” e il caso Calipari proprio contro la politica nazionale al tempo de Berlusconi non sono state trattate di forma smisurata? L’aviaria non è stata trattata di forma smisurata causando danni de miliardi pagati dei contribuenti? Agnelli è stato più furbo de Berlusconi nel manipolare l’informazione e opinione pubblica: ha convitto gli italiani che quello che se fa per la Fiat e Ferrari se fa per Italia. Prodi, un furbo ascoltatore delle piazze di sinistra, ha dato miliardi alla Fiat, con le tasse a Berlusconi e a tutti più onesti contribuenti. Il potere Fiat ha ringraziato dando una mano a Prodi per vincere Berlusconi.  

“Una semplice ricerca su Google su di una notizia confermerà la verità di questa affermazione.”

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? Cercando “torture” ho perso diverse ore per trovare quello che mi sembra evidente: le torture de Saddam sono state mille volte peggiori de quelle americane ma solo l’uomo “torturato per 3 giorni” o  Lyndie England hanno avuto più informazione de milioni de torture de Saddam e dei terroristi islamici. Ricordo titoli come questo: “La torturatrice di Bagdad / Incinta, rischia 38 anni” di galera, (“Gente”, 2004-07-17, p.15). Una donna, che ha umiliato prigionieri iracheni, fa più notizia in Italia e sensibilizza più la “gente per bene” che il mafioso che ammazza una volontaria a Napoli poche ore dopo uscire di galera. Perché un prigioniero iracheno vale più che una volontaria italiana?

Indymedia è l’informazione dei perdenti, sconfitti, marginali, delinquenti, precari, più poveri de spirito che de soldi, sempre della parte dei vinti. Il sue eroe N°1 è il marginale delinquente del G8 de Genova che lavorava solo in nero come ha confessato il suo padre, inscritto all’università pagata de quelli che non lavorano in nero come quello che è diventato uno dei peggiori mostri, il giovane de 20 ani trovato in pericolo de vita gia perdendo sangue, che ha sparato due colpi in aria, un trovato a 7 metri e altro che ha battuto in una pietra volante contro lui e ha ammazzato il delinquente con l’estintore. L’eroi N°2 de quest’informazione è Che Guevara, il perdente per una causa persa doppiamente gradito dei perdenti.

I media commerciali sono progettati per stimolare il desiderio di merci da consumare e per evitare ogni informazione che possa creare coinvolgimento nel processo politico.”

Ricordo “Striscia la Notizia” a criticare i propri sponsor …

“Internet è, in molti modi, il modello democratico perfetto per la distribuzione dell’informazione e delle notizie. Il pubblico è libero di cercare la propria informazione attraverso un vasto set di opzioni, e normalmente va nei siti che forniscono notizie di cui si fida.”.

Bella teoria se non fosse la psicologia individuale, la sociologia del gruppo e la filosofia marxista, pragmatica o altra:

Ogni individuo se regge per le necessità psicologiche individuali, per la sociologia del gruppo de appartenenze o del desiderio e per una filosofia che può essere del gruppo de appartenenze, del gruppo de desiderio de appartenenze, marxista, pragmatica, religiosa, utopista, idealista, …

La filosofia marxista della lotta di classe è orientato le energie per la lotta del gruppo di appartenenze contro di altri, hanno ammazzato milione de capitaliste o aderenti, (100 milioni nel URSS, 70 milioni nel Cina, 3 milioni nel Cambogia, …), se non fossero gli USA avevano distrutto il capitalismo e forse vivevamo oggi con la miseria di Albania convitti di vivere nel migliore dei mondi. La filosofia pragmatica americana conosce meglio la psicologia umana, sa che se uno riceve tende a donare, se uno riceve un bene tende a retribuire, orienta più le energie per la collaborazione che per la lotta di classe.

Da 5 anni continua al primo posto in prima pagina de Indymedia la campagna per difendere il marginale delinquente e fare pagare tutti danni i più onesti contribuenti.

“Ironicamente, l’esclusione di commentatori di sinistra ha di fatto solo costituito maggiore rabbia nei confronti dei media dell’establishment ed approfondito le divisioni tra i gli opposti gruppi.”

Io dirò che ironicamente, La Rai, durante il governo Berlusconi, ha speso le sue migliori risorse nei programmi contro Berlusconi. Mi domando se in tutto il governo di Berlusconi è stato un unico programma con più e migliori mezzi che “Rockpolitik”? Mi domando se in tutto il governo di Berlusconi se è prodotto un unico programma più spot anti-Berlusconi?

“Gli autocrati del business aziendale che promuovono questo sistema di esclusione non hanno idea dei costi che questo comporta alla società.”

Mi domando se la Rai ha idea dei costi per Italia della sua campagna per la paura dell’aviaria. Secondo me un Tg5 con Lamberto Sposini a magiare pollo e un programma di “Forum” a denunziare i danni della campagna di paura per l’aviaria è stato più servizio pubblico de tutte informazione della Rai a creare paura esagerata con miliardi di danni per imprese e contribuenti.   

“La censura crea la strada su cui cammina la violenza.”

Ricordo il tristemente famoso ministro della terrorista tanta volte in Rai prima, ante e dopo il G8 di Genova. Non sarà corresponsabile della distruzione di Genova per distruggere il governo di Berlusconi? Sarà giusto che siano i più onesti contribuenti a pagare i danni? Le persone correttamente informate dei milioni di danni non eviterebbero de votare una colligazzione con questi politici? Questa colligazzione ha vinto perché altri hanno fato peggiore o perché non sono state correttamente informate?

“I media non offrono protezione per i diritti di base su cui si fonda la Costituzione Americana.”

Io credo che una costituzione con tanti ani come quella italiana solo può essere vecchia e reazionaria. Immagino che 99% degli italiani non abbia letto le alterazioni del Governo di Berlusconi. Immagino che 99% degli italiani abbiano votato con credenze nei mezzi d’informazione e dei partiti. Se hanno votato più “no” alla riforma della Costituzione può darsi che il Governo Berlusconi è stato troppo progressista o l’informazione reazionaria.

“Piuttosto diviene la bolla di sapone per le ufficialità di governo che offre le sue razionalizzazioni, per la tortura, la guerra preventiva e lo spionaggio nei confronti dei cittadini americani.”

Le torture americane contro terroriste sono state più notizia in Rai3 che milione de vittime de altri torture nel mondo durante il governo de Berlusconi. Essendo Berlusconi amico di Bush e essendo Rai3 circa 80% anti-Berlusconi era una forma di essere contro le sue amicizie e la sua politica.  

“Tutte queste forme estreme di abuso nei confronti dei diritti umani sono state rese normali dai media commerciali.”

 Torture, Calipari, Silvia Baraldini, e tutto quello che è stato possibile usare contro Berlusconi e sue politiche è stato trattato con lenti di aumento più su Rai3 che i commerciali.  

“Questo dimostra uno sforzo per ammorbidire l’attitudine del pubblico nei confronti di questioni morali fondamentali come corruzione e crimini.”

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? Berlusconi era condannato dell’opinione pubblica e dei Media per ogni sospetta d’illegalità dopo che è entrato in politica. 

Mentre i media hanno ignorato i danni alla nostra costituzione e il pericolo di dirigenti aziendali così potenti, ha intenzionalmente mitigato gli effetti disastrosi del riscaldamento globale, della proliferazione nucleare e del consumo dell’energia globale.”.

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? I media italiani non sono i primi responsabili della chiusura del nucleare con danni astronomici per l’economia italiana? Certe idee molto popolare non sono molte volte contrastanti con i datti scientifici? I periti dell’Unione Europea non hanno stabilito che il nucleare produce meno riscaldamento globale che quasi tutti altri fonti de energia?

“Queste sono questioni che richiedono il coinvolgimento pubblico e la mobilitazione per influenzare drasticamente il cambiamento.”.

Immagino che 1% dei periti e persone informate su energia nucleare aveva avuto una decisione più intelligente dei 99% degli italiani che capivano poco più di me su energia nucleare e hanno votato al 80% per la peggiore stupidità politica economica della storia de Italia: chiusure delle centrali nucleare per importare energia elettrica prodotta con il nucleare nella Francia, circa della frontiera con Italia.

“Il tempo ha dimostrato come i media siano avversari del pubblico interesse. Nella loro configurazione rappresentano una minaccia diretta per le libertà civili, l’equità sociale e la pace nel mondo.”.

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? Se può dimostrare l’interesse pubblico dell’informazione? Se può dimostrare che se Calderoli non mostrava la maglietta con la satira agli islamici non morivano 6 persone? O queste 6 persone morte sono l’espressione de un problema che se non risolto poteva causare una guerra con molti più morti? Secondo me Calderoli è stato un vero rivoluzionario contro un’opinione pubblica riscattata della paura del terrorismo islamico. Italia produce un film che chiama a Berlusconi de Caimano, durante il suo governo e con grande pubblicità pubblica e privata prima dell’elezione, Unione Europea finanzia un teatro che augura la morte de Berlusconi, e non se può mettere in ridicolo le ridicole credenze dei terroristi islamici che ammazzano decine de innocente per andare in un paradiso de 75 vergine “bellissime” de gambe aperte per gli sconfitti del sistema islamico che da 50 moglie al padre de Bin Laden e nessuna per i perdenti? Questi perdenti che non hanno possibilità di avere moglie dove altri hanno 50 se consolano ad esplodere fra “cani infedeli” per andare in un paradiso sfogarsi delle carenze de questo mondo?

Ho visto una votazione degli spettatori della Rai1 che mi è sembrato incredibile: 94% hanno votato contro la libertà in TV. Mi sembra che questo sia stato in un programma orientato a criticare la troppa de Italia1.           

 

“Non possiamo più permetterci il lusso di ignorare questo mostro che ha esteso i suoi tentacoli in ogni parte del corpo politico. Il danno che ha causato è già troppo grande. Smantellare il monopolio dei media americani dovrebbe essere un elemento centrale della piattaforma politica progressista.”.

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? Non è stato Berlusconi a smantellare il monopolio Rai? La sua TV non è stato più comandata delle audience, del pubblico che del proprio proprietario soprattutto quando è diventato Presidente?

“La democrazia è impossibile dove l’informazione viene controllata da poche corporazioni potenti che raccontano storie ad uso e consumo dei propri interessi. Ci deve essere un accesso senza restrizioni ai fatti di cui abbiamo bisogno per prendere decisioni informate su questioni che influenzano le nostre vite e il futuro della nazione.”.

Questo è vero. Pero creo che il pericolo peggiore sta in una TV pubblica controllata dello Stato o de un partito. Quando esiste libertà la migliore informazione ha più ascolti e influenza. Se una TV privata è di partito sarà normale de crescere un’altra che è dell’opposizione a quello partito. Quando dipendono dei mercati non esiste pericolo. Il pericolo risulta de quando sono finanziati non da se stessi, ma de un’economia della quale diventano schiavi. Per altre parole, se Berlusconi aveva mandato via delle sue TV tutti quelli che erano de un’altra politica perdeva ascolti che naturalmente andavano i suoi concorrenti. Ma Berlusconi ha lasciato continuare a lavorare molti declamati politicamente opposti. Se investisse soldi di altri parti per mantenere un’informazione faziosa sarebbe un pericolo per la democrazia se non esistesse un'altra informazione concorrente con uguali mezzi. In realtà le sue TV hanno seguito le regole del mercato e chi ha truffato il sistema è stato la Rai: con soldi pubblici ha fato concorrenze politica anti-Berlusconi.

“Aumentando i fondi per i media indipendenti ed applicando strette regole all’influenza dei giganti dei media, potremmo resuscitare il "mercato delle idee" e creare un ambiente dove possono fiorire punti di vista divergenti. Questo creerà coinvolgimento del cittadino ed alimenterà il dibattito nazionale.”.

Questo può essere vero. Ma può anche essere vero di aver un predominio de “mercato de idee” dei sconfitti, perdenti, precari, stupidi, ignoranti, incompetenti. Come certi eroi de Indymedia.

“Se il presente sistema persiste, le libertà civili continueranno a diminuire mentre la nazione passerà da una Guerra all’altra.”.

Se può dire lo stesso de Italia? O il contrario? USA era al 94% favorevole alla guerra dopo l’attacco terrorista alle torre gemelle. Nella Spania molti hanno cambiato voto con il riscatto della paura del terrorismo. Italia ha cambiato opinione pubblica con le vittime del terrorismo. Ma la pace dipende più dell’intelligenza delle elite o delle piazze e pacifiste parziale di sinistre con ragionamento più di cuore e informazione parziale che del cervello? Secondo me è evidente che molti pacifiste parziali de Che Guevara che se sono manifestati nel governo di Berlusconi erano più contro Berlusconi che contro la guerra. Molti degli stessi che hanno applaudito quando le truppe russe sono entrati a Budapest hanno gridato paci con 10, 100, 100 Nassiriya. Se non era stato certo pacifismo europeo Hitler poteva continuare a fare guerre? Se non fosse stato il pacifismo de Clinton dopo che i mezzi d’informazione americani hanno mostrato la testa de un americano nelle piazze de Mogadiscio sarebbero morti quasi un milione nel Ruanda? Sembra evidente che quelle immagini dei media americani hanno cambiato l’opinione pubblica e influenzato Clinton a cambiare politica di non interventi in Africa. Secondo alcuni basterebbe una forza de 500 soldati benne equipari per impedire il massacro de quasi un milione. Sembra evidente che alcune guerre hanno posto fine ad altre peggiori. Secondo me elite governative sono in miglior condizione de decidere che le piazze con il cuore in mano per l’immagine dell’informazione.   

Neo-Machiavelli

>>> Per saperne di più:

Neo-Mchiavelli, Neo-filosofia, Neo-anarchia, Neo-giustizia, Neo-rivoluzione per una Neo-Italia

Glocal: il migliore e peggiore globale e locale de tutto il mondo in un programma per TV, (ptv)

Autori e produttori di TV: ho idee per programmi e voglia di collaborare con altri

Nucleare: intelligenza delle elite di destra e stupidaggine di certe piazze di sinistra
TV-Talk, Rockpolitik, Celentano, Santoro, Bruno Vespa Porta a Porta

Etickpolitik-Rai3-Tg5-Fallujah-p-tv- Projetto de programa per TV: “ITALIA VISTA DA UNO STRANIERO”
Etickpolitik-Rockpolitik, mafia, Berlusconi, TV, Taormina, Carnevale e giustizia o stupidaggine

Referendum: idee per la sociologia de un voto

Fine moduloSesso de sangue blu e scandali de Eugenio Scalfari

Iraq: Berlusconi, "ministro della terrorista" etica globale e della porta a canto (locale)

Iraq, pace, petrolio, Berlusconi, Bush, etica, intelligenza e stupidagine

Giornalismo italiano visto da uno straniero

USA: “Civiltà superiore” e giornalismo inferiori

TERRORISMO E “CIVILTÀ” OCIDENTALE

PENA DI MORTE E ALTRI MORTI FRA EROISMO E TERRORISMO. MORTE ED EROISMO (sondaggio)

“RIVOLUZIONE DEI GAROFANI” E MARXISMO CULTURALE

FIDEL CASTRO, CHE GUEVARA, COMUNISMO, USA E CUBA VISTI DALL'ITALIA

Pacifisti da Che Guevara, eroi della porta acanto ed etica americana

Che Guevara: torture e eroi della vecchia Italia

 




permalink | inviato da il 30/6/2006 alle 23:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 10018813 volte