.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

politica interna
16 gennaio 2008
Rifiuti, Trattamento Meccanico Biologico (TMB), termovalorizzatori, Luigi Grillo e Beppe Grillo

Se questo è vero, mi domando se quelli che hanno ricevuto miliardi per consulenze e gestione dei rifiuti di Napoli non lo sano:

“In tutto il mondo sta prendendo piede il trattamento meccanico biologico (TMB) perché è il miglior sistema di smaltimento dei rifiuti. La sua flessibilità permette di poter far funzionare gli impianti anche se un giorno si dovesse raggiungere il risultato del 100% di raccolta differenziata (cosa impossibile nel caso degli inceneritori).
In sintesi, il residuo delle raccolte differenziate entra nell'impianto e viene separato meccanicamente in diversi flussi (relativi ai vari materiali presenti: vetro, metalli, plastiche...). La parte organica separata dal residuo inorganico è ulteriormente separata per sottoporla in parte al compostaggio (per creare un compost per riempimenti e opere di copertura di discariche) e in parte alla digestione anaerobica per produrre biogas (impiegato come combustibile). Alla fine del processo rimane una piccola frazione residua da mettere in discarica (attualmente stimabile in un 9% di tutti gli RSU). Ma tale frazione è inerte, 10 volte meno inquinante del caso degli RSU (rifiuti solidi urbani) non trattati nelle discariche tradizionali.” >>>
Trattamento Meccanico Biologico (TMB) per i rifiuti: l'alternativa ...

Luigi Grillo: “La soluzione vera non può che essere il termovalorizzatore: «Quelli della dell’ultima generazione inquinano assai meno e permettono di recuperare energia da mettere in rete». Lo dimostra la loro ubicazione in aree di pregio artistico, turistico, culturale. Succede così a Brescia, dove l’impianto di smaltimento fornisce energia alla città, e a Bergamo, dove col passaggio dalla discarica al termovalorizzatore, negli ultimi vent’anni si è registrato nella popolazione residente un abbattimento del 90 per cento dei casi di tumore. Succede anche all’estero, a Montecarlo, in pieno centro cittadino, a Vienna, a Palm Beach. Nell’isola di Man, regione autonoma al largo della costa inglese, il termovalorizzatore di Richmond Hill tratta rifiuti urbani, pneumatici, carcasse animali e scarti alimentari.
«Eppure il mio quasi omonimo Beppe Grillo, che pure passa da ambientalista - tuona ancora il senatore - spara a zero sui termovalorizzatori, e c’è anche qualcuno che lo ascolta!». La più recente «uscita» del comico-predicatore è di queste ore: «Questi politici cazzoni vanno eliminati, tolti di mezzo» sostiene, in collegamento telefonico con i manifestanti a Pianura. E invoca «una legge d’emergenza contro l’utilizzo della plastica, del monouso e dell’usa e getta. Questa è un’emergenza per fare inceneritori sovvenzionati dalle tasse pagate dai cittadini. È necessario invece fare meno rifiuti e quindi vietare per legge l’uso della plastica». Solo chiacchiere, conclude Luigi Grillo: «Il Paese, in materia di gestione dei rifiuti, è arretrato. Ma il ruolo di fanalino di coda è della Liguria, a partire dalla situazione critica, sotto il profilo ambientale, economico e gestionale della discarica di Scarpino. L’Europa ci sollecita a limitare sempre di più lo smaltimento dei rifiuti in discarica.
Ma resta l’equivoco di una politica che, a Genova, ha finito per prevalere: quella di demonizzare in vario modo la realizzazione di un termovalorizzatore per favorire implicitamente il fenomeno di una situazione veramente scandalosa come quella di Scarpino». Il Giornale - «La soluzione è un termovalorizzatore in porto».

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 10530823 volte