.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

27 novembre 2004
Ciampi, Mesina, “carabinieri”, giustizia, civiltà, cultura, e sensibilità della vecchia Italia

“Ciampi grazia Mesina”. E chi ricorda Pellé?

Credendo che si trattasse del famoso giocatore brasiliano, ho trovato: “Perdono di Stato anche a Orrù e Pellé… Luigi Pellé, ex carabiniere in forza alla Dia, stava scontando una condanna per omicidio, per aver ucciso un giovane che stava rubando un’automobile. I fatti avvennero il 18 aprile del 1993. Svegliato da rumori provenienti dalla strada, Pellé notò tre giovani intenti a rubare un’auto, prese la pistola d’ordinanza e sparò alcuni colpi: uno di questi a Giuseppe Celiani, di 17 anni. Il ragazzo morì dopo un mese di coma.”

Se io fosse giudici al massimo le darei una pena condizionale. Se io fosse presidente preferirebbe dare una medaglia a tutti quelle che ammassano criminali che agli eroi delle guerre che ammassano inimichi innocenti. Se fosse un giornalista professionale in Italia l’ultima cosa che farebbe sarebbe scrivere questo. Sarebbe condannato a non lavorare più, a non essere letto, ad essere odiato della maggioranza della cultura e sensibilità italiana. Pero come non guadagno con quello che scrivo posso scrivere quello che penso, forse per essere odiato oggi e considerato un giorno un profeta di un mondo migliore. Ciampi è uno dei più popolare presidente d’Italia e rappresenta la maggioranza dell’opinione pubblica fra destra e sinistra. Dando la grazia a Mesina è diventato un eroe della maggioranza, in tutti prime pagine dei giornali e in tutti notiziari. Qualcuno lo ha criticato? Nessuno che io sappia. Sembra che tutti sono d’accordo che il Presidente conceda la grazia ad uno dei peggiori criminali. Però  quello che mi ha sorpreso è stato di trovare solo in Internet: “Perdono di Stato anche ad Orrù e Pellé… Mi sembra una vergogna e una stupidaggine della vecchia giustizia che il carabiniere Luigi Pellé per ammassare un ladro a rubare un’automobile sia condannato a più anni di galera di un mafioso del calibro di Brusca che ha ammassato centine di persone, incluso innocenti bambini. Mi sembra una vergogna che solo adesso Ciampi le concede la grazia. Mi sembra una vergogna che quelli che ammassano carabinieri sono stati meno condannati di quelli carabinieri chi ammassa criminali. Mi sembra una vergogna che dei più onesti cittadini che ammassano criminali quando sono rapinati siano più condannati dei criminali che ammassano innocenti.

Da straniero non ho competenza, ne merito, né autorità per scrivere al Presidente Ciampi o al ministro Castelli. Pero invito italiani, giornalisti, politici, carabinieri, forze dell’ordine di domandare la grazie per i più onesti cittadini che in un momento di tensione o di condizione psicologica anormale hanno ammassato dei criminali. Di una forma particolare per i carabinieri, forze dell’ordine, vittime di rapine o violenza criminali.

Quando sento la notizia de un criminale che va in galera penso che è uno di più a vivere dei contributi dei più onesti fino a che un giudice come Carnevale lo mete in libertà per continuare a fare lo stesso. Quando sento la morte di un criminale penso che forse se salvano 10, 100, 1000 innocenti.  Lo penso con base nelle statistiche: Ogni ano muoiano solo in Italia miliare di vittime dei criminali che Ie forze dell’ordine hanno mezzo in galera e i giudici mezzi in libertà. Secondo le statistiche il 80% delle vittime risultano proprio di quelli che sono statti arrestati al meno una volta. Con il costo sociale di un solo criminale se potevano salvare miliare d’innocenti. Con il costo sociale di Messina potevano vivere circa 200 innocenti per 40 anni. Milione di persone vivano con un euro al giorno e 35.000 muoiano al giorno per non avere un euro. Forze un giorno l’etica nazionale diventa globale, l’unica guerra giusta sarà contro la criminalità e ammassare un criminale diventa più eroismo che ammassare un inimico. Certa vecchia Italia mostra più sensibilità se un carabiniere ammassa un criminale che se un criminale ammassa un carabiniere. Mi sembra che la morte di uno dei peggiori criminali, morto quando appontava l’arma contro un innocente, ammassato da un carabiniere para salvare la vittima, poco dopo avere ammassato un carabiniere, ha sensibilizzato più certa vecchia opinione pubblica italiana della morte de più de 2.000 carabinieri vittime della criminalità. Il direttore della più popolare pubblicazione italiana, “Di Più”, con un milione d’esemplare venduti, se pubblica un editoriale a difendere queste criminali, è la massima espressione della popolarità della difesa dei peggiori criminali.

L’Unità di 2004-11-27 ha pubblicato in prima pagina con il principale titolo: “Barbarie di un ministro leghista ”Padani fatevi giustizia da soli. 25 mila euro sul killer : “Se la legge lo permettesse direi: vivo o morto”. Nello stesso giornale solo a pagina 11 parla di Pietro Esposito, 48 dopo uscire del carcere per indultino da una condanna per rapina, ha torturato e ammassato Mina, la 22ennnne che faceva volontariato e solo aveva la culpa di essere fidanzata di un inimico del clan. Questo non è barbarie ne compare in gran titolo di prima pagina. Parlare di ammassare un assassino è più barbarie che ammassare una volontaria. Mi sembra che più à sinistra più aumenta la sensibilità con i criminali e mancanza di sensibilità con le sue vittime.

Gino Strada è forse il più popolare medico italiano per la sua efficiente e umanitaria “Emergency”. La sua priorità per Italia è all’interno dei carceri, (2004-11-27, Rai3, 20.33). Ricordo che in media la salute di un prigioniero costa 2,5 più della media italiana. Con quello che costa un prigioniero se potevano salvare circa 200 innocenti che muoiano di fame. Perché è più popolare prolungare la vita di un criminali che salvare 200 innocenti? Sarà giusto?

>>>  Per saperne di più:

Camorra, Ciampi, Mesina e giustizia

Giustizia: la riforma del Ministro Castelli e civiltà del “Ministro della Terrorista”

Torture e pena di morte della Camorra nella sensibilità italiana

Cari carabinieri, vergognosa giustizia

Tasse, camorra, mafia, politica, giustizia: la lezione della zingara

Sensibilità italiana: volontariato e cari ladri, terroristi e criminali

Taormina, Saddam e Giustizia

Italia vista da uno straniero 

Il"ministro della terrorista" e la critica della giustizia

Ministro della Giustizia Castelli, magistrati ambiziosi e la vecchia giustizia tradizionale

Berlusconi, Totò Riina, Papa, mafia e blog – informazione

Mafia, giustizia, politica, Berlusconi e volontariato

Volontari umanitari e pacifiste rapite, torture, civiltà occidentale  

Tasse, camorra, mafia, politica, giustizia: la lezione della zingara

GIUSTIZIA ALLE VITTIME.

ITALIANI, BRAVA GENTE, TROPPO BRAVA TROPPI VOLTE
ANDREOTTI ABSOLVIDO. CONDENADA A JUSTIÇA, POLÍTICA, JORNALISMO E OPINIÃO PÚBLICA
PAUL GETTY E L` ORGASMO DEL SOCIOLOGO
LADRO, BRAVO RAGAZZO...
Giornalisti, volontariato, Berlusconi, Ciampi, Castelli, politici, giustizia, mafia, Badalamenti

Mafia e stupidaggine della vecchia giustizia

Pena di morte, mafia, TV e circo all’italiana

Cuffaro, mafia e Berlusconi

Berlusconi, Totò Riina, Papa, mafia e blog – informazione




permalink | inviato da il 27/11/2004 alle 22:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte