.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

16 gennaio 2006
Più onesti contribuenti, lavoro in galera, etica globale e giustizia o stupidità?

         La galera come punizione della criminalità mi sembra in molti casi una grande ingiustizia e stupidità. Per certi casi può essere difficile trovare altra forma di punire, educare i criminali e salvaguardare la società dei suoi danni. Per altri mi sembra la forma più ingiusta nel confronto dei più onesti contribuenti, più stupida, incivile e anti-sociali come forme di punizione ed educazione. Per molti casi esistano molte forme più educative, più sociali e sopratuto meno ingiuste con i contribuenti. Dei dati pubblicati in Italia sembra che uno in galera costa alla società, vuole a dire i più onesti contribuenti, €200 il giorno in media, la sua salute costa 2,5 volte di più della media e 80% dei crimini sono fati dei abituali criminali che le forze dell’ordine hanno consegnato alla giustizia e questo mandato in libertà, qualche volte dopo essere costato some astronomiche per la detenzione e salute.

         Dei dati pubblicati sono centine di milione le persone che vivono con meno di un euro il giorno nel mondo e solo in un anno sono morti 6 milioni di bambini di fame.

         Applicando la logica di questi numeri, con ogni giorno di galera di un detenuto se potevano salvare della morte 200 bambini che morranno di fame. Con questi numeri, in un’etica e giustizia globale, se può domandare se sarà giusto, etico e intelligente mantenere dei criminali nell’oziosità, a vedere TV, mentre onesti cittadini muoiano di fame o al freddo, vivono sotto i ponti senza acqua né fredda né calda e pagano con le sue tasse per quelli che sono in galera. Non sarebbe più giusto farle lavorare per risarcire le vittime e società, provvedere al proprio sostento, preparare corpo e mente per un’attività socialmente utile all’uscita di galera? Non sarebbe più giusto se quelli €200 che costa un criminale in galera fossero usati per salvare 200 bambini innocenti che muoiano di fame?

         Supponiamo che alla volta di avere 60.000 carcerati in Italia, se avevano solo i pericolosi in situazione di incomunicabilità e con un circuito di TV solo educativa. Altri dovevano lavorare di preferenze fra volontari di elevata onestà e moralità. Molti altri lavoravano in semi-libertà. La grande maggioranza, alla volte del carcere, riceveva altra punizione: economica, servizio social, lavoro per risarcire le vittime. 

         Con le punizioni economiche alla volta della galera se poteva avere più e migliori giudici, appoggiati da più e migliori psicologi, creativi, intelligenti consulenti alla volta dei furbi avvocati guerriere al servizio della criminalità e dei molti diritti dei peggiori criminali con pochi diritti per le sue vittime.

         Sono molti i casi dei criminali usciti di galera con attestati dei psicologi a dire che sono ricuperati e che compiranno di nuovi omicidi o altri crimini. Non so se gli psicologi delle galere sono dei più incompetenti della società, o corrotti, o se trattando centine di casi con poche ore alla settimana non riescano a conoscere, e molto meno educare i carcerati.

         Con più soldi delle punizioni sopratutto dei reati economici se potevano pagare i miglior psicologi, avere più assistenti sociali, forze avere commissione di consulenti con diversi psicologi, assistenti sociale, forze del’ordine e persone in contatto con carcerati e famiglie prima de metterle in piena libertà. 

         Per altre parole, se alla volta della galera erano condannati al sequestro dei beni in favore delle vittime e della società e a lavorare in altre condizioni più educative non solo non costavano tanti danni a chi ebbe meno colpa, ma potevano contribuire a risarcire al meno in parte le vittime e la società, a salvare innocenti e a educare gli altri.

         Con quello che conosco della giustizia italia immagino che la maggioranza dei ladri e criminali passa qualche mesi o anni in galera, nessuno pagherà niente per risarcire le vittime e società, molti continueranno nella stessa attività criminale de prima e la società spende per ogni uno quello che salverebbero la vita di molti innocenti.

         Per un mondo migliore, secondo me, la prima cosa da fare è cambiare radicalmente la vecchia giustizia e creare una nuova. Nella vecchia giustizia il più importante è applicare le vecchie leggi, con vecchi metodi, con 0 creatività, poca intelligenza e poco buon senso di giustizia. Nella nuova giustizia il più importante sarà la creatività, intelligenza e buon senso di giustizia dei migliori giudici a fare scuola d’educazione per altri giudici, a fare scuola d’educazione collettiva per vivere migliore e con più giustizia.

         Nella vecchia giustizia quando le forze del ordine prendono un criminale in fragrante delitto la prima cosa che fanno è ricordarle diritti che sembrano fati di furbi avvocati o criminali: “Ha il diritto di non parlare ... può palare solo alla presenza di un avvocato ...” Se non ha soldi o ha fortune nascoste in nome d’altri di fiducia pagano le più onesti contribuenti anche per l’avvocato.

         Quando un giudice, carabinieri o forze dell’ordine sa che uno è veramente un criminale la prima cosa che doveva fare non è ricordarle i diritti sino ricordarle dovere. E il primo dovere di una società civile opposta alla cultura mafiosa è dire tutta la verità e collaborare all’indagine per arrestare complice e fare migliore giustizia. Per altre parole se non dice la verità e non collabora deve andare subito in isolamento dove non uscirai se non dice la verità. Per ogni bugia la pena se deve moltiplicare secondo i danni sociali.

         Qui inizia il mio concetto di nuova giustizia: il più importante sono i diritti degli innocenti, delle vittime e della società più onesta e civile, non dei criminali come succede nella cultura mafiosa della vecchia Italia.

         Immagino che ho idee e certamente altri hanno molte di più per convertire i vecchi metodi di giustizia più efficienti dove non sarebbero tanti innocenti in galera e tanti criminali a causare danni astronomici per la società. 

         In Italia sono fra 200.000 e 300.000 senza tetto che forze vivano peggio di quelli che sono in galera. Tutti anni muoiano decine al freddo. Perché si parla tanto di quelli in galera e poco degli altri innocenti? La sensibilità italiana verso i criminalità è superiore a quella verso l’innocenti?

Pires Portugal, (Neo-Machiavelli,  Chi sono… )

>>>  Per saperne di più:

Giustizia di Stalin e italiana

Sensibilità della vecchia Italia: volontariato e cari ladri, terroristi e criminali

Giustizia all´italiana

Giornalismo, giustizia, politica

Giustizia, educazione o stupidaggine?

Calderoli, giudici de Napoli e giustizia o stupidaggine?

Furti a Malpensa, giustizia o stupidaggine e votare Berlusconi o Prodi?

Ladri di biciclette, furbi  e criminali nella giustizia e cultura italiana e americana

La stupidaggine della giustizia, della politica … e l’intelligenza della regina dei Rom e del FBI

Come salvare milione d’innocente con quello che Italia ha pagato per una terrorista




permalink | inviato da il 16/1/2006 alle 9:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte