.
Annunci online

Ebooks di "Neo-Machiavelli" in italiano, (PiresPortugal in altre lingue) TIL=Time is Life=Tempo è Vita: Intelligenza, Creatività, Emozione, Informazione, Cultura e Volontariato (Italian Edition) Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

 

 

Merken

 

Merken

14 agosto 2007
Francesco Caruso, Dino D’Aloia, Vittorio Messori e Don Gelmini: Disobbedienti buoni e cattivi? Santi o peccatori? Criminali o eroi?

Molte volte certi personaggi sono stati condannati e considerati criminali per dopo essere riabilitati e trasformati in eroi quando cambiano le politiche e le forme di pensare.

Francesco Caruso è stato condannato e assolto, eroi dei No-Global, diventato politico popolare in seguito alla partecipazione in violenze al Global Forum di Napoli e G8 di Genova. Rimenerà per la Storia per la sua partecipazione in politica o per essere simbolo della carriera politica per il populismo della violenza di strada?

Per certa informazione Francesco Caruso e Dino D’Aloia sono disobbedienti buoni, ma Vittorio Messori e Don Gelmini cattivi. Profeti, populisti o mode dell'opinione pubblica?

Dei miei 8 risultati per Caruso

G8, nG8=Neo-G8, ONU, Neo-ONU, politica, Neo-politica, anarchia, Neo-anarchia e politici distrutti del populismo
Il prossimo G8 deve essere il contrario del G8 di Genova: no-populismo, no-stupidità e no-violenza dei vecchi no-global, Neo-manifestazioni, Neo-intelligenza, Neo-etica e Neo-anarchia con più ... (continua)
G8, no-global, Caruso … Giustizia, legalità o stupidità?
Maurizio Gasparri (An): «Finalmente giustizia è fatta nell'unico modo possibile: la verità. Si è dimostrato che furono i no global a ... Alleanza Nazionale Lanciano: G8 : ... (continua)
G8: “per non dimenticare” la vergogna di certa “verità”, certa “giustizia” e certa “storia”
Solo adesso sento qualche voce concordanti con quello io penso e discordante di quelli 300.000 nel 2001, … 50.000 nel 2007… che credano che la democrazia si fa distruggendo per altri pagare … e ... (continua)
G8: LA STORIA non SIAMO NOI, Neo-G8: LA STORIA SAREMO NOI
Per me il giorno de ieri è stato il ricordo di una delle peggiori vergogne d’Italia degli ultimi tempi. Spero che la storia del passato serva a non cadere negli stessi errori e a preparare un ... (continua)
Neo-glocal, Neo-G8, Neo-politica: dalla violenza e populismo di certi politici italiani all’intelligenza, efficienza e beneficenza di Bill Gates
“ Caruso, da eversivo a onorevole… Fausto Bertinotti premia il leader dei disobbedienti napoletani con un posto in Parlamento . Luca Casarini e Francesco Caruso … due leader dei disobbedienti, ... (continua)
Parlamento pulito di Grillo e politica de Cesare Previti, Vittorio Agnoletto, Haidi Giuliani, Oliviero Diliberto, Francesco Caruso
Dopo la grande campagna di Grillo per un Parlamento pulito da condannati, Cesare Previti si è dimesso con grande gioia di certa sinistra. Secondo VOI: a)“Dopo le ... (continua)
Vittorio Agnoletto, il più intelligente fra i più populisti e stupidi no-global
Vittorio Agnoletto mi sembra il più intelligente e più populista fra i più stupidi no-global. La verità più intelligente che ha detto: Se non fossero brevetti, i medicinali potevano essere ... (continua)
 
Informazione contrastanti su Francesco Caruso, Dino D’Aloia, Vittorio Messori e Don Gelmini:

“…l’onorevole no-global Francesco Caruso, colpito trasversalmente dal linciaggio politico, perché ha definito “assassini” un ex ministro del lavoro e un giuslavorista ucciso dalle brigate rosse, i quali, a suo dire, con le leggi che da loro prendono il nome, avrebbero “armato le mani dei padroni” permettendo la precarizzazione del lavoro, a discapito della qualità del lavoro stesso e delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro, con il conseguente aumento degli infortuni e degli “omicidi bianchi” che ultimamente hanno subito un’impennata preoccupante senza che nessuno, al di là dai bla bla di rito, si sia dato da fare per individuare e rimuovere le cause di quelli che rimarranno “delitti senza castigo”.
Una frase choc che ha suscitato un’ondata di proteste, per placare le quali, l’onorevole rifondarolo ha deciso di “autosospendersi” dal suo partito.
I soliti benpensanti ne hanno chiesto le dimissioni, ma prima sarebbe meglio che, sempre per coerenza, si dimettessero quei “25 parlamentari condannati in via definitiva non per reati di opinione, ma per aver intascato tangenti” i quali parlamentari siedono onorati, riveriti e impuniti nel Parlamento italiano, godendo di privilegi e guarentigie sconosciute ai comuni mortali condannati con sentenze passate in giudicato.
Certo, sarebbe stato meglio se l’onorevole Caruso avesse da subito precisato che quelle “leggi hanno fornito le armi” ai mandanti morali, agli esecutori materiali, ai veri assassini degli omicidi bianchi e “cioè agli imprenditori senza scrupoli” che sfruttano i lavoratori e usano quelle leggi per fare profitto, nel nome del capitale.
Certo, sarebbe stato meglio se l’onorevole Caruso avesse usato un linguaggio meno crudo, come quello, più diplomatico, utilizzato dal vescovo di Terni per esprimere, in definitiva, lo stesso concetto espresso dal disubbidiente Caruso.
Durante l’omelia per la messa celebrata per i funerali di un operaio morto nei giorni scorsi nelle acciaierie di Terni, il prelato ha detto: “Basta con i morti sul lavoro…Tutto ciò non avviene certo per caso, ma è il frutto amaro di una cultura di morte che continua a sacrificare vittime sull’altare del profitto, sul primato assoluto del guadagno”.

“Non mi sentirei più onesto nel celebrare messa insieme all’assemblea recitando frasi e compiendo gesti in cui credo in modo diverso da come il catechismo ufficiale della chiesa cattolica li propone”.
Con queste parole scritte in una lettera indirizzata al vescovo della diocesi di appartenenza, don Dino D’Aloia, anni 38, ormai ex prete di San Severo, Foggia, si è dimesso “dal servizio di sacerdote della chiesa cattolica”.
“Ho atteso sette
anni – continua a scrivere don Dino – prima di prendere questa decisione. Ora sento che è arrivato il tempo di compiere un passo, importante e dolorosissimo, ma che sia al contempo una scelta chiara che mi liberi dalla indeterminatezza in cui ho vissuto in questi ultimi tempi”.
Una “crisi di coscienza” che inizia nel 2000, quando il vescovo di allora, lo consiglia di prendersi un anno sabbatico per ripensare alla sua professione di fede: una “decisione” quella adottata dal vescovo, che impedisce a don Dino di continuare a insegnare religione nel locale liceo e la revoca di altri incarichi pastorali con quel che significa in fatto di mancato stipendio e di altre fonti di reddito.
Tra le tesi di don Dino giudicate in antitesi con la dottrina cattolica e il magistero papale, quella che vorrebbe altre religioni storiche “ricche di valore e capaci ognuna di dire qualcosa di unico e di irripetibile della bellezza di Dio e della saggezza umana.
Le verità profonde incarnate in Gesù, Budda, Confucio e altri non si escludono a vicenda, bensì si integrano e si completano l’un l’altra.”
Inoltre don Dino crede alla possibilità delle seconde nozze “perché – dice – Gesù non ha mai obbligato nessuno a rimanere celibe e che anche la prima comunità cristiana non chiedeva ai presbiteri e ai vescovi di rinunciare al matrimonio.”
L’ormai ex prete è anche convinto che “il ministero di guida e di presenza della comunità cristiana spetti di diritto agli uomini quanto alle donne”.
“Per diversi anni
– scrive ancora - ho approfondito la mia ricerca teologica e spirituale. Ora ho raggiunto delle convinzioni robuste che in diversi ambiti teologici ritenuti centrali dissentono dall’insegnamento ufficiale della chiesa. Io sarei felice di continuare a fare il prete dicendo e vivendo ciò che ho maturato dentro, ma questo non è possibile perché la chiesa cattolica non transige sui dogmi e su alcuni pilastri teologici.”

Ipse dixit vittorio messori: “Un uomo di chiesa fa del bene e talvolta cade in tentazione? E allora? se fosse così per don pierino gelmini, se ogni tanto avesse toccato qualche ragazzo, ma di questi ragazzi ne avesse salvati migliaia, e allora?
Dov’è il problema, sembra quasi chiedersi l’esimio messori che così continua: “La chiesa ha beatificato un prete denunciato a ripetizione perché ai giardini pubblici si mostrava nudo alle mamme…c’è chi non sa fermarsi davanti agli spaghetti all’amatriciana, chi non sa esimersi dal fare il puttaniere e chi, senza averlo cercato ha pulsioni omosessuali. E poi su quali basi la giustizia umana santifica l’omosessualità e demonizza la pedofilia? Chi stabilisce la norma e la soglia d’età?”…
La chiesa ha sempre saputo che seminari e monasteri attirano omosessuali. Prima era molto attenta a porre barriere all’ingresso e a sorvegliare la formazione.
Chi dimostrava tendenze gay veniva messo fuori. Poi il no alla discriminazione ha permesso l’ingresso in forze degli omosessuali e ora la chiesa paga quell’imprudenza”.
Ad una domanda su don gelmini definito “santo” dai suoi sostenitori, l’impareggiabile vittorio messori così risponde: “Non entro nel caso giudiziario, però è indubbio che nella storia della chiesa una sessualità disordinata ha potuto convivere agevolmente con la santità…Il fondatore di molte istituzioni caritative in Europa è stato proclamato “beato” nonostante le turbe sessuali che per un istinto incoercibile lo spingevano a compiere atti osceni in luogo pubblico”.
E, di seguito…”I preti di Torino sono finiti nella rete dell’estorsione perché si è inventato il concetto ipocrita di pedofilia. Così un ricattatore senza arte né parte, campa con la minaccia di far esplodere uno scandalo. Una volta ricattano i notai con l’amante, oggi la categoria più esposta è il prete gay”.
“ Negli Usa gli avvocati mettono cartelli per strada: “Vuoi diventare milionario? Manda tuo figlio un anno in seminario e poi passa da noi”. Le diocesi sono facilmente ricattabili, preferiscono pagare, anche se innocenti. Temono un danno d’immagine. E l’inquinamento riguarda anche noi. Il politicamente corretto sta prendendo piede anche nel cattolicesimo italiano.
E i risultati si vedono, purtroppo”.

Dei 40.000 risultati per Caruso, G8, politica, giustizia:

G8:No Global condannati a 102 anni di carcere.Caruso:"Ora tutti in ... G8:No Global condannati a 102 anni di carcere.Caruso:"Ora tutti in Piazza! ... P.s. una domandina ai sinistrati che blaterano di giustizia politica... ... Francesco Saverio Caruso - Wikipedia Francesco Saverio Caruso (Napoli, 25 agosto 1974) è un politico italiano, nonché un rappresentante del movimento no-global del sud Italia. ... Gelato alla panna no global contro lo "straniero" Caruso ... Venerdì sera l'onorevole disobbediente, Francesco Caruso, ... c'è chi terorizza che i Movimenti debbano restare lontani dalla politica. ... il blog di antonino monteleone » Blog Archive » Politica discarica ... 24 nov 2006 ... 7 Commenti a “Politica discarica - Francesco Caruso”. grazie dell'opportunità scrive: 11 Dicembre 2006 alle 18:06 ... ALTROSUD - il blog di Francesco Caruso Doppia assoluzione per Francesco Caruso, il parlamentare di ... Non è un'inchiesta giudiziaria che ci svela il degrado della politica, ... «Polizia non addestrata, manganella e basta» - Corriere della Sera Francesco Caruso: nel ricordare ai lettori che lei, oltre ad essere un deputato ... Francesco Caruso — Blogs, Immagini, e altro in Wordpress Le parole di Caruso sui poliziotti imbarazzano la politica. Proprio mentre la politica ... ramon mantovani wrote 1 year ago : Io difendo Francesco Caruso. ... Appello per Francesco Caruso! at RedNest Magazine TERRATERRA! SALERNO Francesco Caruso Abbiamo letto in questi giorni su alcuni organi di stampa del centro-destra, ...

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 8896175 volte