Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Papa e Islam: Guerre de idee, sublimazione culturale in vece de violenza fisica e guerre religiose

Quando un fatto insignificante provoca una guerra, come è successo con la prima guerra mondiale in seguito ad un attentato anarchico o come le vignette su Maometto e una citazione del Papa de un testo del Medioevo hanno provocato la guerra del mondo islamico contro Vaticano e Occidente, solo persone de viste corte possano dire che senza le vignette, senza la maglietta de Calderoli, … non si sarebbero quelli morti. Se il problema non viene risolto continua a crescere fino ad una esplosione ancora più grande. Il problema principale sta nel fundamentalismo islamico de guerre religiose come quella del medioevo contro infedele e l’ipocrisia de certo Occidente di darli ragione. >>> Per saperne di più:Magdi Allam, giornalismo italiano, americano e de La7 … Papa e Islam...  ,  Crociata del Papa che parte del Medioevo o “Il Manifesto” islamico? 
Molto interessante le idee da fulmini: “il principio assoluto dell’universo intero è la guerra. Il problema diventa allora di dare alla guerra forme costruttive, ludiche, divertenti: una battaglia di idee, una partita a scacchi, una schermaglia amorosa”.  Concordo soprattutto con guerre de idee e non de violenza fisica. Guerre nei blog e forum con idee e non con spari agli spalli della suora che curava malati de Somalia. >>> Per saperne di più: "Civiltà del Papa e de certi islamici"

Pubblicato il 18/9/2006 alle 11.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web