Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Vecchie di Napoli, giovani di Locri, Antonio Di Pietro e Neo-giustizia per una Neo-Italia

L’immagine più vergognosa della vecchia Italia sono le 400 donne dei boss de Napoli a aggredire le forze dell’ordine che prendano i suoi uomini. Già allora doveva intervenire l’esercito per salvare l’onore della legalità più civile. L’immagine più nobile dell’Italia de futuro sono i giovani di Locri contro la criminalità. La voce che più condivido della sinistra è quella de Antonio di Pietro:

“L’indulto ha generato nelle organizzazioni criminali un senso di impunità senza precedenti. Ben 1.000 reati sono stati finora compiuti da chi è stato scarcerato. Tra questi anche alcuni omicidi.” (1).

Se certe statistiche dicano che solo 1% dei reati viene punito possiamo immaginare quante vittime non saranno mai risarciti di questi crimine.

“L’indulto non ha neppure risolto il problema delle carceri. La prova provata è Regina Coeli la cui popolazione carceraria è passata da 900 detenuti pre-indulto, a 746 post-indulto, per raggiungere i 980 attuali.” (1).

È evidente che il sentimento de impunità aumenta la criminalità. Ma non credo sempre a quello che dice Antonio Di Pietro:

“Se non facciamo, presto, piazza pulita delle leggi contro la giustizia volute da Berlusconi e non mettiamo le Procure nelle condizioni di operare dando loro strumenti e mezzi finanziari, quello che succede a Napoli sarà solo l’inizio.” (1).

La colpa, secondo ogni politico, è sempre del partito più opposto. È frequente strumentalizzare i problemi con le colpe agli altri. A me sembra che la giustizia ha dato molte volte la priorità a combattere Berlusconi: spendeva 5 milioni ad una impresa privata per investigare il passato de Berlusconi e non aveva soldi per fotocopie lasciando andare 70% dei processi in prescrizione per dare le colpe a Berlusconi.

(1)Antonio Di Pietro in Giustizia  http://www.antoniodipietro.com/2006/11/napoli_e_lindulto.html

Commenti:

Credo che se è parlato poco della migliorie soluzione contro la criminalità non solo a Napoli: 70% dei processi in prescrizione e 18 anni per sequestrare i beni dei mafiosi. Il sequestro immediato dei beni sarebbe il migliore golpe mortale della criminalità.

Quelli 1000 carabinieri per Napoli derivano da un aumento del numero effettivi o mancheranno da altra parte?
Prodi non vuol vedere connessioni tra l'indulto e l'aumento della criminalità. A me sembra cosi evidente che non ho bisogno de nessuno studio statistico per concludere che più de 20.000 criminali per strada aumenta la criminalità.

 La GIUSTIZIA è la base di tutte le istituzioni di uno Stato, per cui se non funziona la GIUSTIZIA neanche lo Stato non può funzionare.
Perchè chi delinque non viene punito adeguatamente e, quindi, continua a farlo.
E così i delinquenti aumentano.
E chi continua a rimetterci è la vittima del reato, che se per caso osa esprimere un parere critico nei confronti dei magistrati rischia fino a 4 anni di carcere e decine di migliaia di euro di risarcimento.
Perchè la vittima pensa che esprimere un parere provocatorio sul comportamento di un magistrato in una e-mail, invitando i destinatari a esprimere il loro parere, non sia una affermazione, ma un modo per ottenere un loro giudizio.
Perchè nei rapporti con le persone normali e così che avvengono i confronti.
Invece sembra che secondo la Giurisprudenza questo parere sia considerato una affermazione
e, quindi, che possa scattare la trappola della querela per diffamazione.
Ma quanti sono i cittadini che conoscono questa realtà?
Credo pochissimi.
Ecco perchè come prima cosa da fare per una necessaria riforma della Giustizia, io propongo di istituire una funzione dello Stato, indipendente dalla Magistratura, alla quale una vittima possa rivolgersi per fare le sue istanze e i suoi esposti e per poter pretendere una risposta e, eventualmente, un rimedio, in caso di un "problema". E senza dover rischiare il carcere e risarcimenti.
Così i Magistrati starebbero più attenti a come comportarsi nei procedimenti, perchè saprebbero che potrebbero essere giudicati da persone indipendenti dalla Magistratura.

Io penso che questa sia una riforma base per far funzionare meglio la Giustizia ma, naturalmente, credo che Di Pietro sia più in grado di me di proporre le necessarie riforme.
Perchè non basta denunciare i problemi, ma bisogna anche studiare ed applicare le soluzioni dei problemi.” - Postato da: Dino Bruniera

PRODI: tutto il SUD deve combattere l'illegalità comunque ' p r a t i c a t a ' non solo per il contributo dello Stato , ma soprattutto per la partecipazione e adesione convinta di tutti i Cittadini.” - luigi augello .
“Gli omicidi aumenteranno, il problema della spazzatura non sarà risolto, anche con dieci Bertolaso, visto lo strapotere della camorra che vuole lei gestire la munnezza, (negli ultimi anni ha incassato 45 miliardi di euro, facendo diventare la Campania la pattumiera d'Italia, con rischi di epidemie e avvelenamento di falde acquifere, con alle dipendenze, a 3000 euro al mese, stokebrokers, alla ricerca di siti dove buttare i veleni più tossici - vedi Gomorra per il significato di stokebroker) le aggressioni e le rapine aumenteranno, i giovani che girano per le strade con in tasca coltelli per difendersi sono un modello che viene imitato”. - luigi romano

Una migliore giustizia, con altra cultura e altra politica sequestrava quelli  45 miliardi di euro alla criminalità per dare premio a chi collabora e a chi lavora onestamente. Se la giustizia facesse contro la criminalità attuale quello che ha fatto contro Berlusconi, Andreotti, Sismi, Cia, giornalisti non sarebbe socialmente più utile? Se sequestrasse de immediato tutti i beni della mafia, mafie, e criminalità non sarebbe più intelligente?

“Aumenterebbero i furti e le rapine in maniera esponenziale. Con una disoccupazione giovanile di oltre il 50%, la più alta d'Italia, con il più grande mercato della droga d'Europa a pochi chilometri da Piazza Plebiscito e da Santa Lucia - le Vele di Secondigliano - che fattura 500 milioni di euro al GIORNO, di cui nessuno si preoccupa, come se fossero in un altro paese, con la camorra che stà letteralmente strozzando e strangolando il commercio al minuto e le piccole imprese”. - luigi romano

“Tempo fa vidi un servizio sull'asporto rifiuti in Campania e, accanto alla realtà che vediamo tutti i giorni, esistevano delle isole felici dove veniva attuata la raccolta differenziata porta a porta con l'appoggio incondizionato della popolazione. Allora mi dico: perchè non deva accadere anche a Napoli? Da parte mia ritengo inammissibile che non si possa smaltire i rifiuti in Campania solo perchè c'è sempre qualche comitato (o camorra?) che protesta? Viene richiesto lavoro: ma si chiede lavoro o uno stipendio? Come si fa ad impiantare una impresa in aree dove solo la delinquenza ha il comando? E la classe politica? che fa? Quanti di coloro che lamentano l'atavico sottosviluppo del Sud ne sono anche responsabili? E' vero anche che molti imprenditori del Nord hanno intascato fondi per impiantare aziende e dare lavoro e se ne sono scappati con il malloppo, ma dove erano i controllori? A fare merenda assieme? Ripeto che se si vuole uscire da una certa situazione i primi a muoversi devono essere i Napoletani stessi e nessun altro.” - stefano gerini

Chi ha impedito al governo de Berlusconi tutte le opere per sistemarne rifiuti? La piazze de camorra e sinistra?

“Ma se si vuole rimettere a posto la Giustizia Italiana, bisogna rivedere per intero le stesse basi del CODICE DI PROCEDURA PENALE , NONCHE' CIVILE. … Questo sistema è comodo per gli avvocati, per i delinquenti, per ovvi motivi, ma lo è anche per i magistrati, che sanno di non venire giudicati in base al numero di riforme e /o d'impugnazioni accettate che le loro sentenze ricevono, sanno che la loro carriera andrà avanti solo in funzione dell'anzianità e degli appoggi politici!! NON SERVONO PENE PIU' PESANTI, MA SERVE FARE UN SISTEMA CHE VELOCEMENTE GIUDICA ED ESEGUE , UN SISTEMA OVE TUTTI SIANO RESPONSABILIZZATI, ED IN CUI LE ISTANZE DI APPELLO SIANO RISERVATE A VERI MOTIVI DI RIFORMA NEL MERITO DELLA SENTENZA!! Vi è l'esigenza di toglier dall'ordinamento le cosiddette e famigerate "attenuanti generiche" nonché, loro corrispettivo deficiente , le "aggravanti generiche" e lasciare il giudice, all'interno del quadro normativo, libero di valutare la pena da irrogare, introducendo anche nel nostro sistema, le pene irrituali!!! In ultimo, è necessaria una revisione del sistema carcerario, rendendolo più moderno, con una diverso tipo di carcere in funzione della pericolosità dei reati e riformare il GIUDICE DI SORVEGLIANZA.” -  Gaetano Criscenti

“Sul tg3 Prodi da Napoli difende vergognosamente l'indulto,… ma la criminalità si affida a tutti i grossi partiti perchè in questo modo si assicura potere e prosperità,…” - Giuseppe Esposito

Neo-Machiavelli

 

Per saperne di più:
Napoli, Antonio Di Pietro, Berlusconi, Prodi, indulto e giustizia o stupidità?
Ladri di Napoli e vergogna della vecchia Italia e della vecchia giustizia

Calcio, camorra, tangentopoli, Napoli e giustizia o stupidità?

Tribunal de Napoli e giustizia o stupidità?
Napoli, fra gente per bene, criminalità, pena di morte e giustizia
Napoli, camorra, Tortora, avvocati com conflito d’interessi e giustizia o stupidagine?
Maradona, Che Guevara, eroi, giovani di Napoli e giustizia o stupidaggine?

Indulto: fuori i criminali, dentro giornalisti, Cia Sismi?

Indulto, come previsto, come fare meglio con una Neo-giustizia in una Neo-Italia

Indulto e come fare meglio
Indulto, “NESSUNO TOCCHI CAINO” e Neo-Italia nella fantasia de un Neo-Machiavelli  Il boss della mafia, Calipari, Maradona e giustizia o stupidità?
“Tribunale della Libertà” o stupidaggine? Mafia, criminalità, giornalismo, opinione pubblica
Mafia, Provenzano, Moggi, Principe, vips, privacy, informazione e giustizia o stupidità?
Berlusconi, Antonio Di Pietro, politica e giustizia o stupidità?

Pubblicato il 3/11/2006 alle 16.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web