Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Mose a Venezia, Grandi Opere, Ponte sullo Stretto, TAV, nucleare … TV e politica de elite o voto popolare?

Vedendo “Le Iene”, 2007-03-05, trattare il Mose a Venezia, mi sembro una buona informazione con i punti de vista pro e contro. Come in tutte le “Grandi Opere”, il cittadino comune giudica in funzione dell’informazione. Ma questa è molte volte condizionata per l’emozione del momento.
Mentre vedeva ho pensato se la decisione deve essere dei politici o del voto popolare. Mi sembra evidente che l’opinione de un perito che ha studiato il problema con la consulenza de altri periti pagati per studiare il problema vale più dell’opinione de quasi tutti italiani che non hanno studiato il problema e non sono periti. Il problema risulta se questi periti sono tutti pagate de imprese interessate a fare l’opera anche se va male.

Ricordo un altro documentario su la Ponte sullo Stretto, de Rai3 che mi sembro più politica anti-Berlusconi che informazione.

Me è venuto in mente altro documentario de “Le Iene” su il TAV e dei costi … Mi sembra che i protesti delle piazze hanno contribuito a ritardare l’opera e forze a aumentare ancora de più i prezzi.

Ho ricordato anche il voto popolare de 80% che ha chiuso le centrali nucleari in Italia. Sembra che l’energia nucleare sia stato negli ultimi 20 anni l’energia più pulita e più economica in Europa. Ma la costruzione de una centrale dura 12 ani e ha costi enormi. Mi sembra evidenti che la chiusura delle centrali è stato il peggiore errore economico degli ultimi 20 anni.

Sarà possibile conciliare politica onesta e intelligente con la volontà popolare?

Pubblicato il 6/3/2007 alle 11.50 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web