Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Forleo, intercettazioni, politica, giustizia, legalità, moralità o stupidità?

La mia impressione, (senza avere studiato il caso ma solo con base nell’informazione dei mass media), mi sembra che più che un problema de legalità, è un problema de moralità e intelligenza: se sono al potere persone che hanno commesso delle illegalità, più che rispondere ad un giudice, devono rispondere perante elettori. In politica considero molto peggio l’ingiustizia e immoralità che la legalità. Per molti, in particolare per giudici de poca intelligenza, la giustizia è la legalità. Per me, la legalità, soprattutto in Italia, è molte volte una fonte de ingiustizie legale. Un politico può dare legalmente 30 miliardi ad un’impresa che sta del suo lato contro altro politico. La giustizia può spendere 5 milioni delle nostre tasse per spiare il passato lontano de Berlusconi de quando era impresario per scoprire le sue tangenti in un periodo dove tutti grande imprese versavano tangenti i politici. Se dopo distruggono “legalmente” le intercettazioni attuali de politici attuali, può essere legale ma non mi sembra giusto nè morale in confronto con i contribuenti e elettori. Usano le sue tasse per favorire “legalmente” uno e sfavorire “legalmente” atro. Legalità, giustizia, moralità o stupidità?
Ma la questione se può vedere da un altro punto de vista: il caso è cosi rilevanti da disturbare politica e giustizia de questa maniera? Non sarebbe meglio se la giustizia e politica unissero le sue energie per risolvere i problemi più importanti? Se sono intercettazione de moralità politica dubbiosa non è meglio che se occupano i giornali e opinionisti? Come se possano permettere di distruggere prove de immoralità o illegalità de politici solo perché non hanno il timbro del giudice a darle legalità? Per me la legalità è importante, quando è al servizio della giustizia e de un mondo migliore, non al servizio del politico del colore del giudice.

Secondo voi, il giudice di Milano Clementina Forleo è uno de quelli piccoli giudici, piccolo in intelligenza … o uno intelligente, onesto e efficiente magistrato in una vecchia giustizia che applica la legge senza guardare la fascia dei politici o terroristi?>>> Forleo, politica, giustizia, legalità o stupidità?

“Unipol, Forleo accusa: "Politici complici"
Mastella attacca: "Possibili lesioni dei diritti"
Il magistrato: "Erano consapevoli partecipanti di un disegno criminoso …Altro che tifosi - scrive il giudice - i politici erano complici".
Fassino e D'Alema: "Totalmente estranei a qualsiasi illecito". Latorre: "Ipotesi di reato surreale".
… Ma il ministro della Giustizia Clemente Mastella replica: "Il comportamento della Forleo è singolare. Il magistrato ha potenzialmente leso i diritti e l'immagine di soggetti estranei al processo. Ho dato mandato ai miei uffici di acquisire la richiesta fatta al Parlamento dal giudice".
Sostiene il giudice Forleo: "Sarà il placet del Parlamento a rendere possibile la procedibilità penale nei confronti di suoi membri … i quali all'evidenza appaiono non passivi ricettori di informazioni pur penalmente rilevanti nè personaggi animati da sana tifoseria per opposte forze in campo, ma consapevoli complici di un disegno criminoso di ampia portata".
Danni ai risparmiatori. Il giudice poi sottolinea come "non può non sottacersi la grave ricaduta delle condotte incriminate anche sul singolo risparmiatore-investitore, debole e ultimo anello della catena su cui riversare le conseguenze di tali condotte".

Pubblicato il 24/7/2007 alle 8.11 nella rubrica NGF=Neo-Giustizia-Futura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web