Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Sprechi, burocrazia, corruzione, vecchia giustizia, Neo-giustizia e Neo-politica: meritocrazia di Brunetta, condotta di Gelmini, controlli di Alfano e semplificazione di Calderoli?

“Il disordine, la negligenza, la strafottenza dei burocrati e dei nullafacenti in Italia dilaga… sprechi ,dei disservizi e dei problemi nella sanità italiana ma in generale della pubblica amministrazione italiana… 51.287 persone che sono risultate ancora iscritte negli elenchi ed invece decedute da tantissimi anni… medici come quello pugliese che imbrogliava sul numero delle visite che diceva di effettuare nelle case dei pazienti… Io ritengo inaccettabile che in un paese come l’Italia dove vi sono in vigore buone leggi si continui a trascrivere ripetutamente gli stessi dati di un cittadino tra una città e un’altra dello stesso paese. Italia sprechi disservizi e problemi ovunque.”

Credo che per questi e molti altri problemi bisogna inventare nuove forme di giustizia, più giudici di pace, giudici di quartieri, giudici dei comuni, giudici arbitri privati con gerarchia per onestà, intelligenza e buon senso di giustizia.

La meritocrazia di Brunetta mi sembra la migliore rivoluzione dell’attuale governo per questi problemi.

La condotta di Gelmini può avere risultati fra molti anni. Se nelle scuole se premia l’onestà sarà una forma di educare per l’onestà futura.

L’intervento di Alfano per il controllo degli esami di ammissione alla magistratura mi sembra molto positivo. Pero mi sembra che si possano creare in ogni comune, ogni amministrazione pubblica e ogni servizio dei cittadini una specie di laboratorio creativo dove arrivano tutte segnalazione e suggerimenti. Da qui possano partire suggerimenti per la politica locale, nazionale e globale.
Mi aspetto molta della semplificazione di Calderoli.

Pubblicato il 29/11/2008 alle 4.25 nella rubrica Neo-politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web