Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

C. A. Antonio Ricci e autori di Striscia la Notizia: terremoto, creatività e intelligenza collettiva per il servizio pubblico di Mediaset

Complimenti: per me "Striscia la Notizia" sta diventando sempre più servizio pubblico. Sempre di più cercano i responsabili delle peggiori vergogne e premiano i migliori. Punire con i ridicoli comportamenti negativi e premiare comportamenti positivi sono dei migliori mezzi di TV per educare la società.
Le suggerisco un altro mezzo di diventare ancora più servizio pubblico: stimolare la creatività e intelligenza collettiva per risolvere i problemi che fino adesso hanno sollevato e per nuovi di ogni giorno. Per esempio per trovare soldi per la ricostruzione del terremoto: Ricordo di avere visto molto tempo fa una truffa allo Stato di 98 miliardi delle macchine di giochi. Ricuperare parte di quelli soldi sarebbero una forma di ricostruire le case del terremoto senza aumentare le tasse e producendo un servizio pubblico d’educazione per una società più onesta e civile. Supponiamo che “Striscia la Notizia” inventava un premio per la migliore idea. Il premio poteva essere un'altra forma di dare spettacolo e stimolare altra forma di satira educativa: un concorso della migliore caricatura. Striscia la Notizia poteva offrire un premio in soldi per la migliore caricatura e regalarla al vincitore della migliore idea per trovare soldi per il terremoto o evitare le truffe d’Ebay. Altra possibilità sarebbe fare un’asta pubblica delle migliori caricature e con quelli soldi pagare una parte per premio degli autori, altra per risolvere i problemi e altra per volontariato o opere di beneficenza. 

Pubblicato il 18/4/2009 alle 21.37 nella rubrica TV-PTV.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web