Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

La corsa fa bene al cervello? O meglio una passeggiata a meditare, pensare o inventare?

“Una regolare attività fisica, unitamente a una dieta equilibrata, costituisce un importante fattore di prevenzione per la demenza… topi fisicamente allenati hanno avuto assai meno difficoltà ad apprendere e ricordare Gli studiosi di Cambridge si dicono convinti che quanto dimostrato sui topi abbia una validità anche per l’uomo…  correre fa bene anche alla menteLa corsa fa bene al cervello”.

Sarà sempre vero per tutti? Sembra che Andreotti non ha mai praticato regolare attività fisica. Pavel, uno dei più famosi inventori di magia, fa ogni giorno due ore di passeggiate. Ma credo che sia più un tempo de meditazione e stimola dell’attività creativa che fisica. Se il tempo dedicato ad attività fisica ha bisogno di attenzione certamente se stimolano facoltà mentali differenti di una passeggiata con la mente libre per meditare, pensare inventare. Sarà una giusta misura per ogni uno?   

Pubblicato il 25/1/2010 alle 18.54 nella rubrica Eee5e=enciclopedia etica educativa, evolutiva, eletronica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web