Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Francesco Alberoni, Tariconi, Eugenio Scalfari, Montalcini, intelligenza, populismo, teoria dei 2 cervelli: amore e ragione, intuizione e logica, (IPR, MOP, T2C)

Un articolo della prima pagina del Corriere di oggi, (1), mi ricorda Eugenio Scalfari, “La Follia della folla”, Montalcini e la sua teoria dei due cervelli: il destro dell’emozione e il sinistro della ragione.

Ricordo che la morte di Teresa di Calcutta, negli stessi giorni di Ladi Diana, ha commosso molto meno l’informazione. Anche se Teresa di Cacutta era considerata una santa già in vita, non era un personaggio dell’opinione pubblica come la regina dei sogni che la televisione aveva trasformato nell’ospite di casa, un grande fratello di casa come Taricone, nel linguaggio di Marshall McLuhan.
Eugenio Scalari e superiorità o inferiorità morale di destra e ...
Eugenio Scalfari, Roosevelt, Marx, marxismo, democrazia ...
 L’espresso, Indymedia, Papa, Berlusconi, Fini, Marcegaglia, Folini, Marina, Bocca, Travaglio, Serra, Magister, Rossini, Scalfari, vecchia anarchia marxista leninista, Neo-anarchia-futura e rivoluzioneNEOmarxista, (pab, pap, ppf, vai, naf, rnm)
C. A. On. Silvio Berlusconi: ascolti Barbara, “l'ala sinistra della famiglia”, Fini alla sinistra del Pdl, parte di Eugenio Scalfari e Grillo, ... Dimentichi giornali, ad iniziare dei suoi: “Il giornale” e Libero… (cao, cab, gsf)
Mostra tutti i risultati da neo-machiavelli.ilcannocchiale.it »
(1) I geni commuovono poco I divi a volte anche troppo - Corriere ...Per giorni e giorni gli italiani hanno pianto la morte di Taricone… Una commozione che negli ultimi tempi c’è stata solo per la morte di papa Wojtyla, un grandissimo Papa, un uomo che ha plasmato la storia… la gente non piange quando muore un personaggio importante, non piange chi ha dei grandi meriti sociali, piange chi ama. E l’amore non ha nessun rapporto col potere, il merito e la gloria. Noi amiamo nostra madre o nostro fratello anche se non hanno fatto nulla di particolare, ma per quello che rappresentano per noi. E lo stesso vale per i personaggi pubblici… la gente piange anche i grandi capi carismatici, ma proprio perché li ama. I francesi hanno pianto Napoleone e de Gaulle, gli americani Abramo Lincoln e Kennedy, i comunisti italiani Togliatti e Berlinguer, i russi Lenin e Stalin, i cinesi Mao. Perché—meriti o non meriti— quelli erano i loro padri e le loro guide.
 

Pubblicato il 12/7/2010 alle 15.43 nella rubrica PPPP-ELPPP-giornalismo del futuro.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web