Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Napoli, disoccupati, cassonetti in fiamme, giustizia di Stalin e della milionaria, vecchio comunismo all’italiana e Neo-comunismo di Napolitano per una Neo-Italia

Napoli: disoccupati, cassonetti in fiamme... Immagino il migliore del comunismo, (la giustizia di Stalin), il migliore dei Rom, (la regina dei Rom a Roma milionaria facendo giustizia e altra che sopravviveva bene con riciclo dei rifiuti, lavando e vendendo vestiti che trovava nella spazzatura) e una politica di Angelo Vassallo, multe fino a €1.000 per una sigaretta per terra.

Peccato che grande parte dei comunisti all’italiana abbia imparato il peggiore del comunismo russo e non abbia imparato il migliore. Dei comunisti italiani ricordo Oliviero Diliberto a importare la terrorista Silvia Baraldini come eroina all’italiana della vecchia civiltàTERRORISTAmafi0sa all’Italia, Agnoletto con reazionari no-global che hanno distrutto Genova per essere pagata dei più onesti contribuenti.

Il migliore Neo-comunista della Storia d’Italia mi sembra il presidente Giorgio Napolitano. Se io fosse suo consulente le suggeriva d’inventare premi per migliori servitori dello Stato, un premio per 2 giovani di 12 anni che hanno usato le nuove tecnologie, un telefonino, per arrestare un ladro. Immagino un premio di al meno €1.000 o di una percentuale dell’utilità sociale per chi prendesse il telefonino, fotografasse che fa danni sociali e telefonasse alla questura, polizia o carabinieri. Il criminale pagava 10, 100, o 1.000 volte il danno sociale o lavorava per risarcire la società.

Con questi soldi e con lavoro degli anti-sociali se puliva Napoli, riciclava la spazzatura e riduceva il debito pubblico.

Pubblicato il 8/12/2010 alle 16.23 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web