Blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it

Battisti, Baraldini, Berlusconi, Antonio Di Pietro, Frattini, Napolitano, Diliberto, intelligenza, stupidità, populismo e relatività dei valori in politica

Questa volta la piazza mi fa piacere, (Battisti, ancora proteste). Senza vandali, distruzione delle macchine e banche come faceva il MG8, Forum di Napoli, morte di Raciti e studenti del 14 dicembre 2010. Una manifestazione pacifica a esprimere emozione di voglia di giustizia contro un terrorista assassino mi sembra un grande messaggio di contrasto al terrorismo e criminalità. Mi ha fato piacere il messaggio che il popolo d’Italia non è contro il popolo brasiliano o contro suoi dirigenti ma contro una decisione specifica.

Questo è un messaggio contrario a quella vecchia sinistra orgogliosa di portare trionfalmente in Italia la terrorista antiamericana Silvia Baraldini. Mi sembra che Berlusconi sia stato il primo politico a dire quello che io pensava da più di 10 anni: l’interesse per una terrorista e trasformarla in eroina nazionale serve a stimolare il terrorismo.
Berlusconi ha sceso alla piazza più tipica di Antonio Di Pietro e insieme hanno dato un messaggio di contrasto al terrorismo e criminalità. Questa è la politica che mi piace, anche opposti insieme quando il messaggio è comune a tutti. Peccato che Antonio Di Pietro non abbia fatto lo stesso quando Berlusconi ha detto che voleva eliminare la grande vergogna della storia d’Italia. Antonio Di Pietro non solo non ha appoggiato l’obiettivo più intelligente di Berlusconi e della storia d'Italia ma ha fato di tutto per distruggerlo. Era tropo intelligente per la sue piazza e per il suo popolo collaborare con l’efficienza dei fatti del governo di Berlusconi? Per suoi credenti era migliore mandare il messaggio che il grande mafi0so è Berlusconi: l’antimaf… (…=ia) delle parole populiste contro fatti del obiettivo più intelligente di Berlusconi?
Una cosa sono le manifestazioni di piazza per dare voce a un sentimento e un’emozione, altra cosa è la diplomazia e intelligenza politica. Tanto interesse per importare un terrorista mi sembra una stupidità: costerà a contribuenti circa €600 al giorno e se va al potere certa sinistra è il pericolo di trasformarlo in eroe come hanno fato con Silvia Baraldini. Una stupidità per contrastare altra peggiore: un terrorista assassino è premiato con fama e trattamento privilegiato in Brasile: “
Battisti: sara' immigrante non rifugiato... ”. Informazione, politica e giustizia hanno già perso tempo che poteva essere più utile per l’obiettivo più intelligente di Berlusconi a livello mondiale: sequestrare miliardi di miliardi alla criminalità per risarcimento delle vittime e della società. Se io fosse consulente dei consulenti di Berlusconi, Frattini e Napolitano le suggerivo di orientare la sua battaglia, il suo tempo e nostri soldi per una giustizia globale a punire terroristi e assassini in qualche parte del mondo. Importare Battisti per una galera italiana dove costa più di un hotel a 5 stelle ed esce peggiore diventa un’ingiustizia per più onesti contribuenti e un pericolo per familiari delle vittime. Privilegiato in Brasile è ancora peggiore. La soluzione che mi sembra più giusta e la politica più intelligente sarebbe una galera dell’ONU o Neo-ONU dove lavorassero per il proprio sostenta, per risarcimento delle vittime e per pagare a chi le educasse. Non in una galera con TV a pagamento con soldi dei contribuenti.

Un commento di Rantolo in “Battisti: Napolitano amareggiatomostra la differenza fra l'intelligenza di Berlusconi e populismo di certi comunisti che quando erano al potere hanno importato la terrorista Silvia Baraldini come una eroina e certa destra che usa il peggiore della sinistra e colpi del basso del sesso degli angeli per impedire il più importante. Ruby e Battisti per impedire l’obiettivo più intelligente di Berlusconi mi sembra un servizio della m… (…=afia): "Qualcuno, "comunista" ??? stà mettendo giusta chiarezza sulla credibilità di questo "governo del BUNGA BUNGA " all'estero. Su La Repubblica: "La decisione di Lula di negare all'Italia l'estradizione di un pluriomicida delinquente comune qual è Battisti - afferma il capogruppo alla Camera di Fli, Italo **** - è un sonoro schiaffo alla politica estera italiana e dimostra che la diplomazia delle pacche sulle spalle appena si arriva alle cose serie finisce per diventare la diplomazia dei calci nel sedere".
Per la vecchia sinistra era prioritario importare la terrorista eroina all’italiana che le relazioni diplomatiche con USA. Per certa destra è più importante importare un terrorista con costi per contribuenti che le relazioni commerciali dei milioni o miliardi con il Brasile. La Fiat ha guadagnato 20 miliardi anche con lavoro nel Brasile per perdere 2 miliardi in Italia. Se per
importare un terrorista se fa guerra al Brasile e distrugge buone relazioni commerciali e diplomatiche, mi sembra una grande stupidità. Non sono sicuro se per le vittime di Battisti sia un vantaggio o peggiore pericolo di rimanere in Brasile. Può scappare un’altra volta, vendicarsi con suoi fan. Se sta in galera qualche anno a spese dei contribuenti di €600 il giorno per dopo uscire come Baraldini, come un eroe all'italiana diventa peggiore per contribuenti e vittime.

Capisco le famiglie delle vittime. Le sue manifestazioni mi sembrano positive per mandare un messaggio al mondo di ripudio del terrorismo e criminalità. Ma un terrorista non merita una crisi diplomatica. Il tempo della politica deve essere orientato per una politica globale di collaborazione e non di crisi diplomatiche. Più importante è inventare nuove forme di giustizia globale. Penso che ONU o una Neo-ONU debba creare una nuova legalità internazionale.

Più commenti da Neo-Machiavelli:

Battisti, chiesta la scarcerazione,

Battisti, ancora proteste -

Berlusconi incontra Torreggiani –

Pubblicato il 6/1/2011 alle 4.15 nella rubrica Neo-politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web